Cagliari città tranquilla: “Attenzione alta contro spaccio di droga e violenza sulle donne”

Il vice questore della polizia, Giovanni Marziano, traccia un bilancio del 2019: “Più denunce di donne vittima di violenza, non significa che siano aumentate ma che, invece, c’è più fiducia nei confronti delle Forze dell’ordine”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Non sarà certo il paradiso in terra, ma nemmeno la peggiore strada del Bronx di New York, anzi. Il bilancio della sicurezza a Cagliari, per il 2019, è positivo: spiccano i maxi sequestri di droga e l’aumento delle denunce per maltrattamenti e violenze domestiche, spesso ai danni di donne. Giovanni Marziano, vicequestore della polizia, si dice “soddisfatto, questi numeri rappresentano anche uno stimolo per migliorare. Lo spaccio è un reato molto diffuso in città e provincia, grazie a servizi mirati e indagini abbiamo contrastato, con efficacia, sia le grandi organizzazioni sia chi effettua lo spaccio al minuto, denunciando e arrestando e compiendo anche ingenti sequestri”. E la droga, ormai, “viaggia” in tutta la città, non esistono più differenze tra periferia e centro: “Le modalità però sono diverse, e noi interveniamo di conseguenza”. Sul tema della violenza sulle donne, Marziano è sicuro: “C’è un aumento delle denunce e delle richieste di ammonimento, non significa però che ci sia un aumento del reato ma è un avvicinamento, da parte di queste donne, alla polizia, pronta ad aiutarle. È il sintomo che hanno superato certi ostacoli che le frapponevano rispetto alla possibilità di denunciare i loro aguzzini”.

 

Il bilancio finale, insomma, vede una Cagliari “tranquilla anche perchè, ad ogni occasione di reato di qualunque tipo, c’è sempre stata una risposta da parte delle Forze dell’ordine”.


In questo articolo: