Cagliari, choc a Mulinu Becciu: “Inseguito e derubato da due giovani algerini”

Ennesimo episodio da bollino rosso. Una coppia di balordi ha rubato il cappellino e strappato la collanina dal collo di un 29enne: “Mi hanno fermato chiedendomi dove fosse il centro della città, ma era una scusa. Non ho reagito perchè avevo paura che avessero un coltello o qualche altra arma”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Un 29enne è stato derubato da due giovani nel rione cagliaritano di Mulinu Becciu. Il fatto, stando alla denuncia fatta ai carabinieri, è avvenuto due notti fa in via Dessy Deliperi. Il ragazzo sta bene, per quanto sia ancora molto scosso: “Stavo rientrando a casa dopo il turno al lavoro quando due persone mi hanno avvicinato con la scusa di chiedermi come fare per raggiungere il centro di Cagliari. Mi hanno chiesto se fossi della zona, ho risposto di sì e loro mi hanno detto di essere algerini”. La situazione è precipitata nel giro di pochissimi minuti: “Uno dei due mi ha preso il cappellino e ha attraversato la strada per guardarsi nello specchietto di un’auto parcheggiata”, racconta la vittima del furto a Casteddu Online. “L’ho raggiunto con l’altro ragazzo e, siccome avevo capito di essere in pericolo, ho provato a mandare un messaggio di aiuto ad un amico, ma mi hanno subito detto di rimettere il cellulare in tasca. A quel punto mi sono ripreso il cappellino, marca Jordan, e li ho salutati, ma mi hanno inseguito e, dopo avermi strappato la catenina dal collo ed essersi riappropriati del cappello, sono fuggiti”. La descrizione fornita è abbastanza chiara: “Mi hanno detto che avevano 21 anni. Uno era alto 1,80 e indossava occhiali da sole, un giubbotto smanicato nero e un cappuccio. L’altro giubbotto e pantaloni neri, capelli ricci e alto circa un metro e settanta”. A quel punto, terrorizzato, il 29enne è tornato a casa dai parenti e, dopo qualche ora, si è presentato in caserma.

 

 

 

“Non li avevo mai visti prima”, prosegue. “Cosa posso dire? Che bisogna stare molto attenti a ogni ora, soprattutto di notte, anche qui a Mulinu Becciu. Vivo nel quartiere da un po’ di anni e non mi era mai capitato nulla di simile. Spero, ovviamente, che le forze dell’ordine possano rintracciare i due rapinatori”.


In questo articolo: