Cagliari, centinaia in piazza contro il green pass e la “dittatura sanitaria”: mascherine assenti e cartelli choc

Tutti assembrati in piazza Garibaldi, al grido di “libertà” e per denunciare “il mainstream del Covid”. Tra i partecipanti c’è chi addirittura indossa una stella gialla che richiama al periodo nazista e chi srotola un maxi striscione dove si paragona Hitler al green pass. GUARDATE il VIDEO

Tutti assembrati, le mascherine che diventano un optional e slogan e cartelli choc, in puro stile negazionista del Covid. La manifestazione di Cagliari contro il green pass finisce per portare chi interviene dalla cima della scalinata di piazza Garibaldi a parlare, pubblicamente, di “dittatura sanitaria” e di “attacco alla libertà”, invitando la folla a urlare “libertà” e “no green pass”. E i cartelli sono in pieno stile no vax, tra notizie di morti o contagiati dopo essere stati vaccinati e, tanto per far passare un messaggio più diretto, “no al vaccino”. E ci sono anche striscioni choc: su uno c’è il nome di Bill Gates affiancato ai vaccini ma, soprattutto – riportiamo le testuali parole – uno dove c’è scritto “1933: Hitler der ahnenpaB passaporto ariano, 2021/2022/2023 governi del mondo green pass”. Paragoni choc, in altre parole. E, ciliegina sulla torta, qualche partecipante ha “invitato” – termine sin troppo morbido – i giornalisti presenti ad andarsene perché stavano indossando la mascherina, indicandoli poi ad altre persone e chiedendo “di cancellare le parti dei filmati dove erano inquadrati”. Nel 2021, purtroppo, in una pubblica piazza capitano anche queste cose.