Cagliari, piove dentro il Brotzu: acqua nella sala operatoria di Neurochirugia

Attilio Carta, UIL-FPL: “E’ assolutamente impensabile che, sistematicamente ad ogni pioggia, le sale operatorie del presidio appaiano più verosimilmente come quelle di un improvvisato Ospedale da campo anziché di un’eccellenza chirurgica-interventistica come il Brotzu”

https://youtu.be/tMcDgFr7F3Q

“E’ di lunedì 21 mattina presto la notizia che, a seguito della pioggia notturna, sono comparse le solite infiltrazioni di umidità in una delle sale operatorie della SC di Neurochirurgia”, è la denuncia di Attilio Carta della Segreteria Territoriale Area Vasta UIL-FPL. “Purtroppo”, denuncia in un comunicato, “ancora una volta si deve denunciare il grave stato di precarietà in cui versano alcune sale operatorie dell’Ospedale Brotzu. Infatti, da alcuni anni, si assiste ad un indecoroso scenario tutte le volte che sulla città si abbatte un pur minimo fenomeno piovoso.

E’ assolutamente impensabile che, sistematicamente ad ogni pioggia, le sale operatorie del presidio appaiano più verosimilmente come quelle di un improvvisato Ospedale da campo anziché di un’eccellenza chirurgica-interventistica come il Brotzu.

Perché tanta inerzia”? Aggiunge, “incuria ancor più grave per la presenza di un Ufficio Tecnico che, quantunque la nota abbondanza di specifiche professionalità incrementate con “particolare” cura, si manifesta sempre più assente e disorganizzato.

Disorganizzazione confermata anche dall’utilizzo di personale non idoneo, sia per qualifica che per assoluta mancanza di formazione-addestramento specifici, per la gestione delle operazioni di atterraggio-decollo dell’elicottero, utilizzato nell’ambito dell’elisoccorso sanitario sardo.

Ciò evidenziato”, conclude, “considerando altresì le continue lamentele del personale di appartenenza, la “fuga” di specifici professionisti e il persistere delle consulenze esterne, probabilmente sarebbe opportuna una riorganizzazione complessiva di questa struttura strategicamente importante per il buon funzionamento di un’eccellenza sanitaria qual è l’Azienda Ospedaliera Brotzu”.

Stante ciò, e prima che sia troppo tardi, si chiede a tutte le autorità in indirizzo un reale tangibile radicale intervento per porre fine a queste inefficienze che possono verosimilmente ripercuotersi anche sull’assistenza ai pazienti.

E’ infatti non più tollerabile che nelle sale operatorie di un’eccellenza sanitaria si generino delle infiltrazioni di umidità a seguito di ogni precipitazione piovosa e, a cadenza periodica, si assista a simili indecorosi scenari organizzativi, nel più grande polo sanitario della Sardegna”.



In questo articolo: