Cagliari, boom del lavoro nero in pizzeria: 6 aziende su 7 irregolari

Blitz dei carabinieri dell’ispettorato del Lavoro: 13 lavoratori in nero trovati in 7 locali controllati, tra pizzerie e ristoranti. E in ben 4 locali telecamere non autorizzate controllavano i giovani al lavoro senza autorizzazione

13 lavoratori al nero accertati a Cagliari nel blitz di fine settimana degli ispettori del lavoro e dei Carabinieri nei pubblici esercizi.

Nel fine settimana gli ispettori del lavoro della Direzione territoriale del lavoro ed il Nucleo Carabinieri ispettorato del lavoro, in sinergia con i Carabinieri del Comando provinciale di Cagliari , hanno eseguito una serie di controlli notturni nei pubblici esercizi della provincia di Cagliari (ristoranti, pizzerie) per assicurare, in concomitanza con l’incremento delle attività economiche connesso alla stagione turistica, il rispetto della normativa a tutela delle condizioni di lavoro e della salute e sicurezza sul lavoro.

Sono state oggetto di accertamenti negli accessi serali di fine settimana n. 7 attività economiche nel settore dei pubblici esercizi . Particolarmente elevato il tasso di irregolarità riscontrato: praticamente 6 aziende su 7 sono risultate non in regola. Sono stati riscontrati ben 13 lavoratori completamente al nero su  29 posizioni lavorative complessivamente esaminate e per ben quattro Ditte è stata accertata la presenza di telecamere non autorizzate intese al controllo a distanza dei lavoratori. Alle ditte ispezionate e trovate in condizioni di irregolarità verranno contestate sanzioni amministrative per complessivi Euro 62.000 oltre al recupero dei contributi previdenziali e dei premi assicurativi, mentre per ben tre Pubblici esercizi Il personale ispettivo ha disposto anche la sospensione dell’ attività imprenditoriale in quanto risultavano occupare personale al nero in percentuale superiore al 20% del totale.

Osserva il Direttore territoriale del lavoro di Cagliari-Oristano dott. Antonio Zoina: “Non si attenua il ricorso al lavoro irregolare, soprattutto nel settore dei pubblici, per far fronte ai picchi stagionali legati alle presenze turistiche. Se si tiene conto che nei controlli di fine settimana ben due aziende tra quelle ispezionate sono risultate occupare al nero tutto il personale in forza, ben si comprende come, in assenza di vigilanza, attività pirata agirebbero indisturbate falsando il mercato regolare occupandone fette sempre più ampie per effetto dell’illegale abbattimento del costo del lavoro, con detrimento dei diritti retributivi e contributivi dei lavoratori oltre che della salute e sicurezza sul lavoro”.

Il Comando Provinciale Carabinieri di Cagliari, con una nota, sottolinea l’importanza del proficuo lavoro congiunto con personale della Direzione Provinciale del Lavoro di Cagliari-Oristano e annuncia che questo tipo di controlli saranno ripetuti in altri settori e in altri periodi dell’anno; è noto infatti che ogni settore ed ogni stagione ha criticità tipiche che più facilmente possono essere contrastate con uno sforzo unitario.     


In questo articolo: