Cagliari, beccati gli incivili dei rifiuti sulla 131: “Adesso pagheranno una bella multa”

La discarica ai bordi della Statale, a poca distanza dal Brotzu, ripulita dall’Anas. I “controllori” del Comune fanno il resto, individuando i responsabili: “Adesso questi ‘signori’ verranno sanzionati”

Il “prima” è una distesa di rifiuti, decine e decine di sacchetti puzzolenti ammassati ai bordi della Strada statale 131 Dir in uscita da Cagliari, poco dopo l’ospedale Brotzu. Il “dopo” è la strada totalmente ripulita. Nel mezzo, la pulizia straordinaria da parte dell’Anas e l’intervento del servizio di sorveglianza dell’Igiene del suolo del Comune: i primi hanno bonificato l’area, i secondi hanno “indagato” sui rifiuti, “e sono riusciti a risalire ai proprietari, dei ‘signori’ che adesso dovranno pagare una bella multa”, spiega il presidente della commissione consiliare dell’Igiene del suolo Raffaele Onnis (Riformatori Sardi). “Le strade in ingresso e in uscita dalla città sono diventate delle vere e proprie discariche. Ho aperto un dialogo con i vertici dell’Anas per avviare un protocollo d’intesa volto al controllo e al perseguimento dei responsabili che buttano la loro immondizia per strada”. Un’occasione che porterà un maggiore controllo di tutti quegli angoli di Cagliari diventati, purtroppo da anni, terra “fertile” per gli incivili.

“L’intenzione è quella di potenziare il circuito di videosorveglianza e controllo del territorio. Tolleranza zero”.


In questo articolo: