Cagliari, auto rimosse e “strage” di multe durante la pulizia delle vie: “Un salasso anche per le famiglie povere”

La rimozione, poi la multa salata da pagare per chi si dimentica di spostare l’automobile nel giorno in cui passa la spazzatrice del Comune. La rabbia dell’ex consigliere comunale Sandro Cosentino: “Abbiamo tanti pensieri, ci manca solo doverci ricordare il giorno ‘maledetto’ nel quale non si può lasciare l’auto vicino casa”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA. Cosa ne pensate?

La pulizia dei bordi delle strade, in città, è realtà da più di un anno. Tra le sei e le undici del mattino, dal lunedì al venerdì – e, in alcuni casi, anche il sabato – vietato lasciare l’automobile parcheggiata perchè deve intervenire la spazzatrice comunale. Le rimozioni e le multe, almeno sinora, sono state tante. Sandro Cosentino, ex assessore comunale di Cagliari, critica il progetto: “Fare così non è giusto, purtroppo questa e la regola e va rispettata, dobbiamo metterci in testa che quello che ha deciso il sindaco (ex sindaco Massimo Zedda, ndr) va fatto. Al giorno d’oggi, però, abbiamo tante di quelle cose in testa, corriamo dietro scadenze e compagnia cantante, dobbiamo pure ricordarci in quale giorno non si può parcheggiare?”, chiede Cosentino. “Penso a una famiglia, con i genitori che lavano e vestono i bambini per portarli a scuola, escono da casa e non si ritrovano più l’auto, è un problema grosso”.
E Cosentino offre anche una “ricetta” differente sulla pulizia delle strade: “Si potrebbero utilizzare di più tutti quei ragazzi che passano con il carrellino col bidone e con le scope. Bisogna fare un raffronto tra costi e benefici di un progetto simile”. E, sull’attuale metodo, l’ex assessore comunale punge ancora: “Bisogna anche tenere conto di tutte quelle famiglie povere che rimangono beffate perchè si dimenticano del giorno ‘maledetto’ nel quale è vietato lasciare l’auto in strada”.


In questo articolo: