Cagliari, Angius a Radio Casteddu: “Al porto il rione del tempo libero e della movida”

Un nuovo quartiere con spazi sportivi e per lo svago al posto dei vecchi silos. Lo spiega a Radio Casteddu l’assessore all’Urbanistica che illustra il futuro delle aree portuali dove oggi sorgono i grandi depositi di cereali, che presto saranno buttati giù con l’esplosivo

Un nuovo rione della movida al posto dei vecchi silos. Lo spiega a Radio Casteddu l’assessore all’Urbanistica Giorgio Angius che illustra il futuro degli spazi portuali dove oggi sorgono i grandi depositi di cereali, che presto saranno buttati giù con l’esplosivo.

“Sono volumi unici e in tante città sono stati riutilizzati”, spiega Angius, “le condizioni erano tali per cui l’Autorità ha ritenuto che non fossero salvabili. Così abbiamo pensato di realizzare in quel punto, che è uno spazio più grande del quartiere Marina, un nuovo rione privo di edilizia residenziale, ma che abbia servizi portuali e per i crocieristi ma anche servizi per il tempo libero dei cittadini. Con un lungomare e opere d’arte, ma anche spazi sportivi. Uno spazio in grado di accogliere gli studenti del vicino campus universitario e in grado di attrarre la movida. L’Authority potrebbe pensare ad un albergo, ma noi invece serve uno spazio che possa diventare trainante per tutta la città”.


In questo articolo: