Cagliari, albergo a 4 stelle e parcheggio da 130 posti alla Scala di Ferro: c’è il sì del Comune

Sì all’albergo di lusso nell’antico edificio di viale Regina Margherita. Una quota di posti auto a disposizione dei residenti della parte alta della Marina a condizioni vantaggiose, mentre gli stalli per i clienti dei negozi saranno gestito con la modalità fast parking per garantire la sosta mordi e fuggi (60 minuti)

La Scala di Ferro riavrà la sua antica destinazione. Era un hotel alla fine dell’800 e sarà nuovamente un albergo a 4 stelle con spa. Il via libera (bipartisan) del consiglio comunale al cambio di destinazione d’uso è arrivato è arrivato questo pomeriggio, in una delle ultime sedute della consiliatura.

L’aula ha detto sì alla variante con modifica di destinazione d’uso della Scala di Ferro, che prevede la realizzazione di un albergo 4 stelle nel prestigioso edificio storico. Prevista anche la cessione all’amministrazione dell’area archeologica saltata fuori nelle fondazioni (che sarà aperta in occasione di Monumenti Aperti. In più è prevista la possibilità di utilizzare i 3 mila e 316 metri quadrati di parcheggi (circa 130 stalli) a servizio dei residenti e delle attività del quartiere. Approvato un emendamento della commissione Urbanistica suggerito da Raffaele Onnis dei Riformatori: “C’è una carenza di parcheggi ho chiesto che venissero messi a disposizione una quota per i residenti della parte alta della Marina a condizioni vantaggiose, mentre per i commercianti la modalità fast parking per garantire la sosta mordi e fuggi 60 minuti. Modello da replicare anche in altre zone con pochi parcheggi come San Benedetto”.

Il progetto è stato presentato dall’assessora all’Urbanistica Francesca Ghirra: “Sento di dover ringraziare gli uffici e tutte le consigliere e i consiglieri per gli sforzi straordinari di queste settimane, fondamentali per dare risposte alla città”. Approvati anche la presa d’atto dell’avvio del procedimento per l’adeguamento del Puc al Ppr e al Pai, la modifica del Regolamento per le occupazioni di suolo pubblico nella piazza Yenne e nel Largo Carlo Felice e l’accordo con il Demanio per il trasferimento del commissariato di polizia in via Abruzzi e l’accordo per l’apertura del vicolo Tar che consentirà il collegamento tra piazza del Carmine e via Angioy.

Domani previsto un nuovo passo avanti verso l’approvazione del Piano Particolareggiato del Centro Storico.