Cagliari, a palazzo Doglio un urban resort extra lusso con ristorante stellato e pasticceria gran gourmet

Ecco tutti i dettagli sul mega albergo, il progetto approvato dal Comune: 73 camere, tra cui 6 suite, una sala congressi, una piazza pedonale interna nuova di zecca, un centro benessere e negozi prestigiosi. E via Logudoro lancia la sfida alla movida della Marina

Sarà il primo urban resort della Sardegna. Con spa, suite e ristorante stellato. È il futuro di palazzo Doglio, lo stabile tra via Logudoro, via San Lucifero e piazza San Cosimo, recentemente acquistato dalla “Downtown srl” (società appartenente alla “Progetto Esmeralda srl” società che detiene il “Forte Village Resort”) che verrà trasformato in resort e finirà dritto nella collezione LHW “The Leading Hotels of the World”. Avrà 73 camere, tra cui 6 suite, una sala congressi, una piazza pedonale interna nuova di zecca, un ristorante “stellato”, una pasticceria gran gourmet, un centro benessere e negozi prestigiosi. Il nuovo albergo verrà gestito da un operatore leader nel settore ricettivo di lusso che da oltre 20 anni primeggia nell’ambito della prestigiosa competizione internazionale “World Travel Awards“, aggiudicandosi il titolo di “World Leading Resort” e costituirà, si legge nelle carte “un formidabile attrattore di pubblico, capace di influenzare lo sviluppo dell’intera area urbana”.

L’obiettivo è quello di ampliare la valenza culturale della zona affinché possa rappresentare una valida “alternativa” al quartiere della Marina, oggi saturo di attività commerciali e di ristoranti. Dai banchi del Consiglio comunale è arrivato il via libera alla proposta di programma integrato presentato dai ceceni del gruppo Alliance già alla guida del Forte Village, ma senza l’immediata eseguibilità: necessario qualche altro documento. Favorevole la maggioranza, voto di astensione da parte dell’opposizione.


In questo articolo: