Cagliari, a Mulinu Becciu un nuovo parco con 800 piante

“Un parco nuovo al posto di un luogo degradato e insicuro”, dichiara Marcello Polastri, prresidente Commissione Sicurezza, “rivivrà di verde all’insegna nel quartiere di Mulinu Becciu che si rifà il look all’insegna della sicurezza e delle attività salutari e psicofisiche”

Domattina, verrà inaugurato al pubblico nel quartiere di Mulinu Becciu, il parco di via Giotto a Cagliari.

“Un parco nuovo al posto di un luogo degradato e insicuro”, dichiara Marcello Polastri, Presidente Commissione Sport, Patrimonio, Politiche della sicurezza, “rivivrà di verde all’insegna nel quartiere di Mulinu Becciu che si rifà il look all’insegna della sicurezza, a sostegno delle salutari attività psicofisiche. Una buona azione targata amministrazione Truzzu, fortemente voluta dall’assessora al verde pubblico Paola Piroddi”.

L’intervento di riqualificazione è stato realizzato su un’area verde, precedentemente governata in estensivo, di circa 3 mila mq totali.  La fruizione era relegata esclusivamente al passeggio di persone con i loro animali domestici nelle ore diurne.

L’obiettivo era, come da linee programmatiche del programma dei cinque anni, quello di aggredire gli spazi verdi della periferia, incolti o poco fruibili come questo e rendere fruibile il parchetto di via Giotto durante tutto il giorno a diverse tipologie di fruitori.

La discreta superficie disponibile ha suggerito di ripartire lo spazio a disposizione dei possessori di cani, di piccola e di grossa taglia, da quello a disposizione degli altri utenti, bimbi in particolare. E’ stata realizzata una suddivisione spaziale con una recinzione minimale ma funzionale (in rete metallica verde, alta cm 150) con accessi tramite  cancelletti pedonali. Le due aree cani sono attrezzate con fontanelle e dispenser per le deiezioni canine.

Nelle aree verdi la sosta all’ombra è garantita dai gruppi di alberi presenti, con la possibilità di fruire di aree per consentire la sosta in relax, la scrittura o il gioco su tavolo.

In queste aree è stata realizzata una pavimentazione in autobloccanti, come per i percorsi che consentono di percorrere l’intera area.

E’ stata realizzata un’area giochi per i più piccoli con altalena e giochi a molla disposti su superficie antitrauma in mezzo al prato, in prossimità delle palme esistenti.

Sono stati inseriti diversi arredi che consentono una migliore fruizione delle aree: n°6 panchine, n°2 sistemi per la raccolta differenziata (gruppi di tre contenitori anche muniti per la raccolta della cenere prodotta dai fumatori), n°5 gruppi pic nic in legno, di cui uno con allungo per diversamente abili e uno per i bimbi. Sono state inserite due chaise longue per il relax all’ombra degli alberi con vista sul colle di San Michele.

Il sistema del verde esistente è stato completamente rafforzato con la presenza di un doppio filare ortogonale di n°15 palme della specie Washingtonia robusta, nel lato sud alternata a altre 8 palme della specie Chamaerops humilis (palma nana).

Complessivamente l’intervento di riqualificazione ha comportato la fornitura e la messa a dimora di circa 800 nuove piante.

 


In questo articolo: