Caccia al pellet in Sardegna, nuovi assalti: in un megastore sacchi esauriti in sole tre ore

I rifornimenti sono ripartiti, va avanti la caccia di tanti sardi al combustibile in tutte le rivendite. E un tir pieno di sacchi di “super faggio” a 6,99 euro va a ruba in poco tempo, e i titolari avvisano: “Non intasate i centralini con le chiamate, non ne arriverà altro prima di dieci giorni”

Il pellet è tornato, in Sardegna, dopo tanti giorni di “carestia”, dovuti anche al blocco dei porti da parte degli autotrasportatori. E, dopo il weekend, l’assalto dei sardi ai sacchi del combustibile indispensabile per alimentare le stufe e avere una bolletta elettrica non troppo salata va avanti. Nel Cagliaritano sacchi già arrivati nelle rivendite classiche e anche nei megastore: molti hanno ancora negli occhi le immagini delle lunghe code, sabato sera, fuori da un megastore di Sestu. Ma chi pensava che si trattasse solo di un effetto temporaneo è destinato a restare deluso. Nelle ultime ore, infatti, in un altro megastore sardo, a Nuoro, è arrivato un tir carico di sacchi di “super faggio” a sei euro e novantanove centesimi, col limite di 5 sacchi acquistabili per ogni famiglia.
Risultato? Tutto esaurito dopo tre ore: “Pellet finito! È stato diviso in massimo 5 sacchi a famiglia per cercare di accontentare un po’ tutti. Vi preghiamo di non intasare il centralino con le chiamate, purtroppo non sono previsti altri arrivi prima di 10 giorni”.


In questo articolo: