Cabras, svolta negli stagni di Su Pottu e Mari Ermi: in arrivo i nuovi ponti in legno

L’intervento verrà effettuato in tempi rapidi dall’ufficio tecnico comunale, con la rimozione della struttura lignea che, crollando sullo specchio d’acqua, crea condizioni di pericolo per la pubblica incolumità


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Cabras – Al via i lavori per il rifacimento dei ponti in legno negli stagni: a Su Pottu e a Mari Ermi verranno ricostruite le passerelle pedonali.

In programma già con progetti specifici, il ponte nella località Su Pottu ha richiesto l’emissione di un’ordinanza urgente da parte del Sindaco Abis, già pericolante, inibito all’utilizzo da anni e che nei giorni scorsi è definitivamente collassato.

L’intervento verrà effettuato in tempi rapidi dall’ufficio tecnico comunale, con la rimozione della struttura lignea che, crollando sullo specchio d’acqua, ostruisce la sezione idraulica e crea condizioni di pericolo per la pubblica incolumità.

“Quando ci siamo insediati la situazione dei ponticelli in legno presenti nella zona dello stagno era oramai compromessa e non più recuperabile a causa della mancata manutenzione” dichiara il Sindaco Andrea Abis “si tratta tuttavia di una anticipazione urgente di un grande programma di riqualificazione del Lungo Stagno che è ai blocchi di partenza, con un primo lotto di più di 1 milione di euro”.

Nelle prossime settimane infatti partiranno i lavori di tre diversi progetti che interesseranno l’area dalla via Gallura fino alla torre di Su Pottu.

Il cantiere di imminente attivazione sarà quello che interesserà i lavori dall’area nord fino alla piazza Stagno, con un finanziamento che ammonta a circa 180 mila euro, ottenuto dal comune grazie alla partecipazione ad un bando del Gal Sinis, mentre gli altri due progetti riqualificheranno il percorso dalla Piazza Stagno verso sud fino alla torre e sono finanziati dalla Programmazione Territoriale con un investimento complessivo di 850 mila euro.

“Il comune di Cabras sta partecipando, attraverso l’Unione dei Comuni del Sinis, alla manifestazione di interesse della Regione Sardegna per il finanziamento del secondo lotto che consentirà di completare il programma Lungo Stagno con le opere che attualmente non hanno ancora copertura finanziaria”.

Sono, invece, iniziati da pochi giorni i lavori che condurranno al rifacimento del ponte in legno di Mari Ermi, attraverso la completa rimozione del precedente camminamento e l’installazione di una nuova struttura.

“Una misura per l’ambiente ma anche un servizio fondamentale per tutti gli utenti della spiaggia, specialmente per i più svantaggiati” prosegue Abis.

L’intervento, in carico agli uffici dell’Area Marina Protetta Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre, si svolge in continuità alla programmazione di manutenzione straordinaria delle passerelle del litorale e ha un importo totale di 90 mila euro, provenienti in parte dal bilancio comunale e in parte da un finanziamento specifico ottenuto dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

“Il ponte verrà totalmente smantellato e poi ricostruito, lasciando inalterata la lunghezza totale di 65 metri” ha spiegato l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Giordano. “Al fine di creare un minore impatto ambientale e tutelare la laguna, verrà utilizzata una diversa tecnica costruttiva rispetto a quella usata in precedenza, poiché i pali verranno appoggiati e non infissi nel fondale, garantendo una struttura più solida”.

L’intera operazione verrà eseguita nel rispetto e nella salvaguardia delle specie faunistiche, in particolar modo del piccolo trampoliere delle spiagge italiane, il fratino.

 


In questo articolo: