Cabras, rimossa la carcassa del capodoglio: è il terzo in poche settimane

Settemila euro il costo dell’operazione, il Comune chiede aiuto alla Regione


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Rimosso il povero capodoglio dalla spiaggia di San Giovanni di Sinis, 7 mila euro la spesa sostenuta dal Comune che chiede aiuto alla Regione: “Credo che la Regione Sardegna debba supportare i comuni costieri che provvedono a una attività complessa e di interesse generale come quella che riguarda i cetacei morti che si spiaggiano nella fascia squisitamente demaniale” spiega il sindaco Andrea Abis.

Da giorni la carcassa dell’animale di 9 metri di lunghezza e 4 tonnellate di peso, spiaggiata dai primi di marzo, è stata portata via. “C’è voluto un lavoro complesso per realizzare questa attività, visto il punto in cui si è spiaggiata e le condizioni di disfacimento della carcassa, il moto ondoso spesso proibitivo. Ma grazie al grande lavoro degli uffici e alla particolare collaborazione della Asl, tutto è stato risolto”. Un intervento non semplice e non unico: in queste ultime settimane sono 3 gli esemplari di mammiferi marini rinvenuti lungo le coste tra Bosa e Arborea. “Oltre a tutto l’onere amministrativo, tecnico e operativo messo in campo, il Comune si è sobbarcato pure l’intera spesa di circa 7 mila euro”. Un appello, quindi, al fine che la Regione provveda a una norma in modo da favorire i comuni per interventi straordinari come quello avvenuto questa mattina a Cabras.


In questo articolo: