Cabras in lutto per la prematura scomparsa della guida turistica Carla Matta

49 anni, “un sorriso autentico e sincero” è deceduta al Brotzu dopo un delicato intervento chirurgico non rinviabile.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ha perso la sua battaglia la donna che amava il suo lavoro tra i reperti archeologici di Tharros e i giganti di Mont’e Prama: stimata non solo professionalmente, Carla riusciva a incantare con il suo sorriso e la passione per ciò che il passato ancora conserva, quel territorio svelato solo in parte e che nasconde chissà quali misteri e costruzioni. E con carisma, professionalità e cultura spiegava ai visitatori le magie del luogo dove viveva. A dare comunicazione della sua scomparsa è stato ieri il Comune guidato dal sindaco Andrea Abis: “L’amministrazione comunale esprime profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Carla, dipendente della Cooperativa Penisola del Sinis e da anni operatrice appassionata nella divulgazione dei beni culturali.

Il Sindaco e i consiglieri comunali si stringono alla famiglia”. Tanti i messaggi di cordoglio e ricordo nei confronti della donna: anche la Fondazione dei giganti la ricorda con poche ma significative parole. “Anima bella, cara, delicata, gioiosa.

La luce del tuo sorriso, del tuo affetto e della tua amicizia è immortale e sovrasta la cinica trappola del destino, che ti ha sottratta ai tuoi cari e a tutti noi.

Carla, per sempre”.


In questo articolo: