Bunker Cagliari, un pareggio d’oro a Sassuolo: salvezza più vicina

Pulga fa “catenaccio” e il Cagliari strappa un punto prezioso in casa di una diretta concorrente per la salvezza: decide il rigore trasformato da Ibraimi


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Il Cagliari gioca per il pareggio e ottiene il pareggio che voleva. Se l’ambizioso obiettivo di Pulga era ottenere 3-4 punti nelle ultime gare, si può dire che oggi è stato fatto un passo avanti importante verso la salvezza. Un pareggio ottenuto a denti stretti, contro un Sassuolo che doveva assolutamente vincere in chiave salvezza. Un punto che arriva grazie al rigore trasformato da Ibraimi a inizio ripresa, dopo che il Sassuolo con Zaza era riuscito a sbloccare il risultato nella prima metà di gara. E se è vero che con Ibarbo nei minuti di recupero i rossoblù hanno addirittura sfiorato la vittoria, è vero che è stato sempre il Sassuolo a fare la partita e a sfiorare più volte il raddoppio con Sansone e Floro Flores. Il Cagliari ha eretto un bunker davanti ad Avramov, autore di alcune uscite spericolate che hanno messo i brividi ai tifosi rossoblù. Un “catenaccio” old style, niente fronzoli da parte di Pulga per volare verso una preziosissima salvezza. Oggi contava soprattutto il risultato, non il bel gioco, per questo Cossu è rimasto in panchina. Un Cagliari comunque più grintoso rispetto alle ultime sbiadite versioni di Lopez, che con l’1-1 conquistato nella tana del Sassuolo vede da vicino una permanenza in serie A che non era più così scontata. Il più scatenato di tutti è stato Suazo in panchina, il vice di Pulga. Ci fosse stato lui in campo, forse in contropiede il Cagliari avrebbe potuto vincere la partita.      


In questo articolo: