Bullismo, intimidazioni e insulti a bimba prima del processo

L’episodio a Nuoro. Protagoniste le mamme di due presunti bulli. L’appello su facebook: “Mi rivolgo a voi donne che siete state capaci di ciò. Ma davvero pensate che dare della “puttana” a una bambina salverà vostri figli dall’essere violenti?”

Una bimba subisce atti di bullismo e poi denuncia, ma prima del processo viene intimidita da due mamme dei presunti bulli. Tutto raccontato in un post su facebook nella pagina di Luisanna Porcu:

“Nessun richiedente asilo, tutte/i rigorosamente “nostrani”. Una bambina di 11 anni, 2 anni fa, presenta una denuncia per bullismo e violenze, in cui sono coinvolti più di 100 ragazzini e ragazzine nuoresi. Il caso più eclatante in Italia. A conclusione delle indagini, moltissimi di questi affronteranno un processo per violenze.
Oggi la madre e la zia di uno di questi coinvolti l’aggrediscono durante una partita di pallone.
Con la bambina in questione era presente mio figlio, anche lui minacciato di “farsi i cazzi suoi” e soprattutto di stare attento a lei “che apre le gambe agli amici, poi..”
Il fatto che sia stato “minacciato” poco mi importa, ciò che mi preoccupa davvero è “che figli maschi potremo mai allevare? ”
Mio figlio è sconvolto.
Mi rivolgo a voi donne che siete state capaci di ciò, tra l’altro durante una partita di calcio tra ragazzini, quindi senza alcun adulto che potesse prendere le sue difese. Ma davvero pensate che dare della “puttana” a una bambina salverà vostri figli dall’essere violenti?
Vergognatevi, chiunque voi siate. Ho cercato di pubblicare un post di denuncia di ciò sul gruppo “Sei di Nuoro se..” ma è stato rimosso all’istante. Le banalità sono di certo più importanti”


In questo articolo: