Buche e voragini dal Cep a Is Mirrionis, Fi: “Emergenza strade a Cagliari”

Tocco, consigliere regionale Fi, non nasconde la preoccupazione: “La città sta letteralmente crollando con avvallamenti e crepe che si aprono nei principali percorsi al centro di Cagliari senza differenziazione tra i rioni”

Buche, voragini, crateri, incidenti e un super lavoro per i gommisti della città e dell’hinterland. A Cagliari è ormai emergenza per le strade, sempre più disastrate. Da Sant’Avendrace a Is Mirrionis le lingue d’asfalto si trasformano in veri e propri percorsi di guerra. Un’emergenza che si è trasformata in un pericolo per automobilisti, centauri e semplici pedoni. Il consigliere regionale Edoardo Tocco (FI), già rappresentante degli azzurri a Palazzo Bacaredda, non nasconde la preoccupazione.  <<La città sta letteralmente crollando con avvallamenti e crepe che si aprono nei principali percorsi al centro di Cagliari – dice l’esponente forzista – senza differenziazione tra i rioni>>.

Disagi anche nelle strade di Pirri e ai piedi del Cep, senza considerare le circonvallazioni all’ingresso della città. <<Auspico un programma urgente per mettere fine ai rischi – aggiunge Tocco – Stanno riempiendo le buche con asfalto a freddo, compattato con i piedi o con la pala al posto del rullo. Alle prossime piogge potremmo ritrovarci nella stessa situazione. Sarebbe invece opportuno un progetto per un restyling della viabilità>>. Senza trascurare la segnaletica orizzontale. <<E’ necessario un’opera di messa in sicurezza – conclude Tocco – per riconsegnare al capoluogo un sistema stradale moderno ed efficiente>>.


In questo articolo: