Boom di turisti e selfie nella piscina naturale di Ussassai, giro di vite del sindaco: “Accessi limitati”

Il paradiso di S’Ogliu Ermanu preso d’assalto da centinaia di vacanzieri, il sindaco Usai: “Non è una piscina, il suo ecosistema è fragilissimo: gli accessi saranno limitati, non possiamo avere 300 persone nello stesso posto il prossimo weekend”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Troppi turisti e troppe foto che girano sui social network, rendendo la piscina naturale di S’Ogliu Ermanu troppo riconoscibile e scatenando un soggetto curiosità che ha già portato, nelle ultime settimane, tantissimi vacanzieri in quello che è uno dei tanti paradisi naturali della Sardegna. E, per fermare l’assalto di famiglie ed escursionisti, il sindaco di Ussassai Francesco Usai annuncia un clamoroso giro di vite: “Limiteremo gli accessi, non sono un geologo o un botanico, ma so che lì l’ecosistema è molto fragile e va tutelato”, spiega il primo cittadino a Casteddu Online. È già realtà, da qualche ora, un’ordinanza che esisteva già dall’anno scorso: “È legata, complessivamente, alla tutela e risorto del territorio comunale, ho deciso di prolungarla sino a giugno 2023. So già che domenica prossima sono previsti trecento turisti, non potranno stare tutti nello stesso posto, cioè in quella che non è una piscina, ma una pozza d’acqua abbastanza piccola per contenere un carico antropico così elevato”.

 

 

I tempi sono molto stretti, Usai afferma di essere pronto “a parlarne con il prefetto e fare entrare in azione gli agenti della polizia Locale e tutti gli altri enti preposti alla tutela del territorio”.


In questo articolo: