Bonorva, su Eja Tv in onda i misteri del paese fantasma di Rebeccu

Vi siete chiesti quale sia la vera storia del paese disabitato più suggestivo della Sardegna? Ve li racconta Marcello Polastri su Eja Tv

Vi siete mai chiesti cosa si nasconde a Rebeccu? Per il Corriere della Sera è un “paese disabitato“. Un paese fantasma eppure ben conservato a due passi da Bonorva.

Sarà vero che nel suo leggendario Castello il Brancaleone Doria sposò la bellissima Eleonora D’Arborea? E infine quali saranno le proprietà delle acque che scorrono tra Rebeccu e la Vallata di Santa Lucia, nella quale l’uomo creò le spettacolari tombe preistoriche?

Da oggi, Lunedì 4 Aprile, i quesiti del Nord Sardegna verranno setacciati grazie al nuovo ciclo di puntate di SCOPRIRE, il programma di approfondimento culturale che fa della scoperta il suo fomat ideale per catturare l’attenzione degli spettatori e condurli, passo dopo passo, in luoghi incredibili. 

L’obiettivo è quello di mostrare da un punto di vista diverso, a volte dal basso esplorando il sottosuolo, la storia della terra che calpestiamo tutti i giorni: le nostre città, i paesi, le aree minerarie, i castelli, rintracciando verità su storie, aneddoti, leggende e tradizioni.

Da oggi, su EjaTv, la trasmissione ideata da Marcello Polastri con le belle immagini di Nicola Di Mille e Mauro Pes, ci condurrà nel cuore della Sardegna, partendo dalla sua fonte di vita per eccellenza: l’acqua. Il liquido vitale che indusse l’uomo a insediarsi accanto a delle fonti perenni, come ad esempio le acque oligominerali Santa Lucia, a breve distanza dalla necropoli di Sant’Andrea Priu a Bonorva.

In quel territorio dove l’archeologo e accademico dei Lincei Antonio Taramelli, accompagnato dal fondatore dello stabilimento intitolato alla “Santa protettrice della vista”, studiò una singolare opera nuragica. 

Già, i nuragici, che del resto erano soliti praticare le ordalie, interrogando il giudizio dell’acqua. La stessa acqua che fece impazzire, secondo la leggenda, Re-Beccu. Eh si, il Re-vecchio…Ne parleremo anche con vari ospiti: l’archeologo Nicola Dessì, l’esperta Miriam Caddia, ma non solo. Appuntamento a lunedì 21 aprile. Sintonizzatevi su EjaTV.


In questo articolo: