Bonaria, precetto pasquale interforze: “Il bene prezioso della pace”

Una cerimonia toccante: “Dove non c’è accoglienza non c’è misericordia, non c’è pace”. Le parole dell’arcivescovo mililatre Mons. Santo Marcianò, durante l’omelia a Bonaria per il precetto pasquale delle interforze

L’Arcivescovo Ordinario Militare per l’Italia S.E.R. Mons. Santo Marcianò, ha celebrato ieri, presso la Basilica di “N.S. di Bonaria”, il Precetto Pasquale Interforze per il personale delle Forze Armate e dei Corpi Armati e Ausiliari dello Stato. “Dove non c’è accoglienza non c‘è misericordia, non c’è pace …”, con queste parole l’Arcivescovo, durante l’omelia, ha salutato le Autorità Civili e Militari dell’Isola, le rappresentanze delle quattro Forze Armate, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, della Guardia Forestale e di tutti i Corpi Armati dello Stato.

Momenti intensi della celebrazione sono stati il ricordo di chi ha sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere e la preghiera per la Patria, con la quale si è invocato “il bene prezioso della pace”. Al termine della celebrazione, il Comandante del Comando Militare Autonomo della Sardegna, Generale di Divisione Giovanni Domenico Pintus ha ringraziato S.E.R. Mons. Santo Marcianò per aver condiviso questo importante momento di riflessione e preparazione alla Santa Pasqua nonché le Autorità Civili e Militari dell’Isola intervenute, i rappresentanti delle quattro Forze Armate, della Guardia di Finanza, della Polizia Penitenziaria, della Guardia Forestale e di tutti i Corpi Armati dello Stato di stanza a Cagliari e centri viciniori, le Associazioni Combattentistiche e d’Arma e i familiari dei militari caduti nei diversi teatri operativi, ed ha augurato a tutti i presenti, in particolar modo alle famiglie dei militari in servizio, una serena e santa Pasqua. La Banda Musicale della Brigata “SASSARI”, unitamente al coro interforze ha allietato i più importanti momenti del solenne rito liturgico.