Bombole troppo care? Scaldini per tutti i gusti: rane ed Hello Kitty

Boom a Cagliari delle borse elettriche, dalle forme più svariate: ecco quanto costa riscaldarsi 

Con il prezzo del gpl aumentato nell’isola del 50% negli ultimi 6 anni e il costo di una bombola da 15 kg arrivato a 40 euro all’incirca, i sardi corrono ai ripari prima che il grande freddo arrivi definitivamente. Stufe a pellet, a legna, alogene o di altro tipo, bisogna solo stabilire quale tra queste si preferisce e soprattutto che tipo di budget si ha a disposizione. Difficile scendere sotto i 900 euro per una stufa a pellet, con prezzi che si avvicinano spesso anche ai 2000 euro, montaggio compreso. Prezzo più abbordabile per le stufe a legna, i cui prezzi oscillano tra i 300 e i 500 euro, o per le stufe a petrolio, che partono dai 70 euro circa fino ad un massimo di 350 euro, a seconda della superficie che si vuole riscaldare. Per queste ultime va però tenuto in considerazione il prezzo della materia prima, vale a dire il petrolio, venduto ad un prezzo che si aggira intorno ai 2,80 euro a litro, per una resa sicuramente minore rispetto al pellet, venduto sotto i 5 euro nelle confezioni da 15 chili. Intramontabili le classiche stufe elettriche ed alogene, al costo di partenza di 10 euro, ai quali vanno però sicuramente sommati i costi rilevabili solo al momento della ricezione della bolletta della luce. Se l’intento invece non è quello di riscaldare la propria casa, ma dare solo un pò di sollievo alle mani fredde, ecco le borse dell’acqua elettriche, che hanno conosciuto il boom in questi anni: pochi minuti di collegamento alla presa elettrica e per qualche ora il problema è risolto. I vantaggi? La praticità e le ridotte dimensioni che ne permettono facilmente il trasporto. Il costo è sotto il 14 euro, per chi si accontenta di un modello e una forma classica, ma non mancano quelle più particolari: gli appassionati del genere, aggiungendo qualche euro, si possono portare a casa uno scaldino con l’icona di Hello Kitty o dei personaggi Disney. O la “baule froggy”, verde a forma di rana.


In questo articolo: