Blitz nel vecchio Forte, il Castello di San Michele sta rinascendo

Procedono a ritmo serrato i lavori, presto il Castello di San Michele sarà riaperto al pubblico

Procedono a ritmo serrato i lavori per la riqualificazione del Castello di San Michele. Lo rende noto la Commissione ai lavori pubblici che ha appena effettuato un sopralluogo nel parco di San Michele, all’interno dell’antico Forte.

“A breve il Castello verrà restituito per la sua pubblica utilità, di grande valore storico culturale per la città” esclama entusiasta il presidente della commissione Maurizio Chessa, nell’osservate le strutture interne al castello sottoposte ad un delicato intervento volto ad abbattere la forte umidità che ha logorato questa testimonianza del passato. 

 

Il costo dell’intervento è di 300 mila euro, utili per eliminare le infiltrazioni d’acqua, le erbe infestanti e le muffe. La durata dell’intervento è di 80 giorni, questo il tempo per effettuare la manutenzione straordinaria.

I LAVORI IN PILLOLE. I problemi causati dalle infiltrazioni d’acqua sono in parte già stati risolti con la rimozione della copertura del Castello e ora si procede alla sua integrale sostituzione.
Una squadra di operai specializzati sta effettuando la pulizia e il trattamento antiruggine delle struttura metalliche di sostegno: spazio anche alla sostituzione delle gronde e dei pluviali. “Nuova vita – afferma Maurizio Chessa – quindi anche per la copertura della torre sud est nella quale sarà demolito il massetto e realizzata una protezione impermeabile”.

Infine anche i prospetti verranno ripuliti e liberati dalla vegetazione infestante. Da un lato, se il Castello rimarrà chiuso ancora pero poco tempo alle visite, per tutta la durata dei lavori, i cagliaritani e i turisti potranno godere della visita ai suoi spazi ancor più confortevoli e sicuri.

 


In questo articolo: