Blitz dei carabinieri nel Cagliaritano, due persone incappucciate individuate dall’elicottero e denunciate

Cinquanta militari delle Stazioni dei carabinieri di Sestu, Selargius, Monserrato, Burcei, Quartu, del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cagliari, dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sardegna di Abbasanta e del Nucleo Elicotteri di Elmas hanno battuto le aree dell’hinterland. Ecco i risultati della vasta operazione di controllo.

Controlli del territorio, prevalentemente finalizzati ad effettuare delle verifiche presso alcuni ovili. Cinquanta militari delle Stazioni dei carabinieri di Sestu, Selargius, Monserrato, Burcei, Quartu, del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Cagliari, dello Squadrone Eliportato Cacciatori di Sardegna di Abbasanta e del Nucleo Elicotteri di Elmas hanno battuto quelle aree. Ad un 53enne allevatore, originario di Dolianova, sono state contestate mancanze inerenti allo sfruttamento del lavoro. Il risultato più particolare però è stato un altro: volando ad una certa quota i motori dell’elicottero non sono udibili da terra. Dalla visione con binocoli dall’alto i militari hanno potuto osservare distintamente due uomini incappucciati, mentre erano appostati nei pressi di alcune abitazioni isolate in località “Marginarbu”. Hanno fatto intervenire sul posto alcune pattuglie che hanno bloccato e identificato i due che indossavano i passamontagna. Si trattava di due fratelli di Siliqua di 47 e 42 anni, entrambi molto noti alle forze dell’ordine. Nel giubbotto del secondo i carabinieri hanno trovato un coltello a serramanico con lama di 12 cm del tipo pattadese e hanno denunciato l’uomo per porto di arma bianca di genere proibito. Nell’automobile dei due i militari operanti hanno poi rinvenuto uno zaino contenente molteplici attrezzi idonei allo scasso, mentre un secondo zaino, anch’esso riempito di oggetti utili ad un’effrazione, come cacciaviti ed altro, era stato nascosto dai due nella vegetazione poco distante. Sono stati pertanto denunciati in concorso alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli. La loro auto era sprovvista di copertura assicurativa ed era già stata sottoposta ad un precedente sequestro amministrativo, motivo per il quale è stata ancora sequestrata e affidata in deposito giudiziale ad una società specializzata di Decimomannu. Durante il medesimo servizio dall’elicottero è stata individuata in aperta campagna, in località “Parione”, un autovettura Kia Niro di proprietà di una società di Scandicci, rubata e parzialmente cannibalizzata. Erano già state portate via le gomme. È stata restituita ai legittimi proprietari. Sono stati controllati 30 veicoli fra i quali uno sequestrato e 55 persone delle quali due contravvenzionate ai sensi del codice della strada. Sono anche state controllate dodici persone ristrette agli arresti domiciliari.


In questo articolo: