Bimba di soli 8 mesi picchiata dal patrigno: ricoverata in gravissime condizioni

L’accusa pesantissima di tentato omicidio grava su un uomo di 28 anni fermato dai carabinieri

Bimba di soli 8 mesi picchiata dal patrigno: ricoverata in gravissime condizioni. L’accusa pesantissima di tentato omicidio grava su un uomo di 28 anni fermato dai carabinieri di Pavia, sospettato di aver picchiato ieri la figlia della sua compagna nella loro casa di Casarile.

Stando a quanto emerso come riferisce il nostro giornale partner Quotidiano.net, “ad accorgersi che la piccola era in gravi condizioni è stata la nonna materna che dopo varie telefonate cadute nel vuoto si è presentata di persona nell’appartamento della coppia attorno alle 20 trovando la piccola priva di sensi. Immediata la telefonata al 118 e la corsa al San Matteo, dove la famiglia avrebbe riferito ai medici che la bambina fosse caduta dal fasciatoio. Ma visitando quel corpicino è emerso altro: un trauma cranico, un’emorragia cerebrale e varie fratture. I sospetti dei carabinieri di Pavia si sono concentrati subito sul patrigno, che avrebbe picchiato la piccola mentre era nella culla per futili motivi”.


In questo articolo: