Bike e car sharing per i dipendenti comunali: la proposta in Consiglio

Bici e auto a noleggio per gli spostamenti giornalieri, e addio alle Fiat Panda in dotazione al Comune di Cagliari

Mettere a disposizione dei dipendenti comunali di Cagliari il servizio di bike e car sharing per lo svolgimento delle mansioni quotidiane. Per ora solo una proposta, che presto verrà portata in Consiglio comunale con un ordine del giorno. A proporlo due esponenti del centrosinistra, Guido Portoghese, presidente della commissione Trasporti, e Ferdinando Secchi, che dal 2011 guida la commissione Personale. Una novità che incentiverebbe la mobilità sostenibile in città, e allo stesso tempo permetterebbe al Comune di ridimensionare il parco auto e risparmiare.

“La proposta – spiegano Portoghese e Secchi – nasce da una richiesta degli stessi dipendenti comunali, che al momento utilizzano i mezzi messi a disposizione dall’amministrazione per svolgere alcune mansioni fuori dal Comune, come la consegna di documenti, sopralluoghi, e riunioni con altri enti e uffici pubblici. L’utilizzo dei servizi di bike e car sharing porterebbe dei risparmi per l’amministrazione con la dismissione di parte dei veicoli di proprietà, e con l’eliminazione di tutti i costi fissi e di esercizio”. Un servizio a costo zero per il Comune per quanto riguarda il bike sharing, meno per le auto a noleggio, che essendo gestite da un privato richiedono un accordo per abbonamenti e tariffe.