“Berenice e la sua vacanza”, la 1E della scuola media di Villaurbana vince il concorso “Scrittori di Classe”

Dopo avere affrontato tematiche come la sana e corretta alimentazione, lo sport e l’ambiente, quest’anno la scelta del concorso di scrittura creativa è caduta quest’anno sulla resilienza, sul come cercare di insegnare a trasformare le sfide in opportunità

Gli alunni della classe 1E della scuola secondaria di primo grado di Villaurbana, in provincia di Oristano, sono tra i 24 vincitori della sesta edizione di Scrittori di Classe, il concorso di scrittura creativa per le scuole primarie e secondarie di primo grado promosso da Conad nell’ambito del progetto Insieme per la Scuola.
Il loro racconto dal titolo “Berenice e la sua vacanza” è stato premiato, questa mattina presso la scuola, dal simpatico Greg, che ha consegnato ai ragazzi un attestato e ha spiegato come il loro elaborato si stia trasformando in libro a tutti gli effetti. Alla premiazione, oltre ad insegnanti e genitori erano presenti il sindaco Paolo Pireddu, il vice sindaco Maddalena Spiga di Villaurbana, Giuseppe Scarpa preside dell’istituto e Michele Orlandi direttore rete Sardegna di Conad Nord Ovest insieme ai Soci Conad del territorio.
Scrittori di Classe è una iniziativa che valorizza le idee dei bambini e dei loro insegnanti, proponendo loro stimoli e sfide sempre diversi. Un appuntamento ormai consolidato che ha visto coinvolti negli anni più di 3 milioni di alunni e 120.000 classi, distribuito gratuitamente alle scuole 17 milioni di libri e 170.000 premi per un valore di 28 milioni di euro, che si prevede diventino 31 milioni di euro a fine 2020.
Dopo avere affrontato tematiche come la sana e corretta alimentazione, lo sport e l’ambiente, la scelta è caduta quest’anno sulla resilienza, sul come cercare di insegnare a trasformare le sfide in opportunità. Lavorare sulla resilienza e sulla valorizzazione delle competenze può portare a benefici sul piano degli interventi e della prevenzione del rischio di abbandono scolastico, poiché consente di operare sugli aspetti positivi e sulle risorse degli alunni, della scuola e della comunità. L’abbandono scolastico è infatti un problema che affligge l’Italia da tempo ed è e ancora lontano dall’essere risolto. L’uscita precoce dal sistema d’istruzione e formazione è aumentata negli ultimi due anni attestandosi, nel 2018, al 14,5%, con il rischio che nel 2020 si registri un 15% di rinunce, quando l’obiettivo europeo è di rimanere sotto il 10%.
Quest’anno sul tema della resilienza, e sotto lo sguardo sornione di Greg del “Diario di una Schiappa”, sono stati completati e caricati sul sito ben 6.400 racconti, che si aggiungono ai 30.000 degli anni precedenti. Greg, l’irresistibile personaggio della serie best-seller firmata da Jeff Kinney, ha accompagnato gli alunni nella realizzazione di un laboratorio di scrittura sulla capacità di trarre insegnamenti positivi dalle disavventure della vita quotidiana, valorizzandone gli aspetti positivi e per dimostrare ai bambini che gli ostacoli possono essere affrontati senza drammi, aiutandosi con un pizzico d’ironia.
“I ragazzi della classe IE della Scuola Secondaria di Villaurbana hanno saputo mettere in campo le loro competenze in un’attività non facile che ha richiesto una serie di abilità simultanee. Sintomo, questo, di un contesto culturale che li stimola, li appassiona e li mette in condizione di  misurarsi con sé stessi e con gli altri nell’intento di dare sempre il meglio” dichiara l’Amministrazione Comunale di Villaurbana. “Siamo orgogliosi dei nostri ragazzi e della nostra scuola che trasmette l’entusiasmo e favorisce la creatività con la partecipazione ad iniziative come questa. Crediamo fortemente che sia nostro dovere sostenere, anche in futuro, occasioni che accrescano il piacere alla lettura e alla scrittura al fine di formare cittadini sempre più consapevoli”.
“Investire su un tema difficile, ma mai come oggi così tanto fondamentale per chi tra i banchi di scuola affronta la vita per la prima volta, spesso in contesti complessi e con strutture carenti, ha rappresentato un supporto concreto ad insegnanti e alunni” sottolinea Michele Orlandi direttore rete Sardegna di Conad Nord Ovest anche a nome dei soci presenti alla premiazione. “In un paese, il nostro, con un tasso di abbandono scolastico fra i più alti a livello europeo, la grande partecipazione al concorso e i milioni di libri che saranno successivamente distribuiti sono un risultato che ci rende orgogliosi e più fiduciosi nel futuro. Ringraziamo il preside e gli insegnati per l’impegno profuso e per aver creduto in questo progetto e facciamo i complimenti all’intera classe per l’ottimo lavoro”.
 

In questo articolo: