Bastione allagato, Chessa: “Colpa delle cicche buttate nei tombini”

“Il pozzetto non scaricava perché era ostruito da cicche e sporcizia varia. Questo perché dopo le feste quando spazzano invece di gettare i rifiuti nella spazzatura ha pensato di buttare tutto nei tombini”. I tombini son o stati liberati e l’acqua è scomparsa

Il bastione è allagato. La denuncia su facebook nella pagina del Caffè degli Spiriti, deve venivano messi sotto accusa i lavori del Comune che negli ultimi due anni hanno interessato la terrazza Umberto I del Bastione Saint Remy. L’assessore ai Lavori pubblici Gianni Chessa si è recato sul posto assieme ai tecnici degli uffici comunali e a quelli dell’impresa che ha eseguito i lavori. Ed è saltato fuori il problema: “Il pozzetto non scaricava perché era ostruito da cicche e sporcizia varia. Sporcizia del locale. Questo perché dopo le feste quando spazzano invece di gettare i rifiuti nella spazzatura ha pensato di buttare tutto nei tombini. La verità è che chi gestisce il locale deve responsabilizzarsi. Ma ora abbiamo risolto il problema. Con un semplice bastone abbiamo liberato due pozzetti su tre che erano pieni di cicche e cartacce. Ora l’acqua defluisce. L’amministrazione non ha colpe. Il problema è di chi ha pulito male”.

Dal locale lamentano anche perdite all’interno del bar: “gocciola dal soffitto in due punti diversi e sta allagando il bar. Siamo senza parole”. Secondo Chessa potrebbe trattarsi di perdite derivanti al cantiere per l’ipogeo del bastione di Santa Caterina che si trova proprio sopra il locale. “Lì purtroppo il cantiere non è ancora concluso”, aggiunge Chessa, “ma dove abbiamo fatto i lavori non c’è nessuna perdita e nessuna stagnazione”.


In questo articolo: