Barrali sperimenta il baratto amministrativo: si concilia sulle tasse

Il Comune guidato da Fausto Piga tra i primi a proporre ai cittadini lo “scambio”

Via libera da parte della Giunta Municipale, ora toccherà al Consiglio Comunale approvare il regolamento d’attuazione. Le iniziative del Comune di Barrali a sostegno delle famiglie proseguono senza sosta, dopo l’azzeramento della Tasi, i voucher lavoro e i cantieri occupazionali, ora partirà la sperimentazione del Baratto Amministrativo, una nuova modalità di conciliazione tra l’obbligo del pagamento dei tributi e le proprie disponibilità economiche. Il meccanismo è semplice, barattare la propria manodopera, il proprio lavoro, la propria fatica con le tasse da pagare. La pulizia delle strade, l’abbellimento della aree verdi, la manutenzione degli spazi pubblici, chi ha difficoltà a far quadrare i conti potrà in questo modo, rendersi utile per la comunità e saldare i suoi debiti con il Comune. Sempre che questo decida di sfruttare questa possibilità. Il sistema è rivolto alle fasce di cittadini più deboli e senza lavoro, con tempo a disposizione e con l’intento di mettersi in regola. I lavori potranno compensare le tasse comunali arretrate e quelle future, mettersi in regola sarà più facile e alla portata di tutti, dichiara il primo cittadino Fausto Piga.


In questo articolo: