Barche e auto nella discarica di rifiuti pericolosi: denunciati 2 imprenditori a Muravera

Nel mirino 2 società attive nel settore del commercio e riparazione di autovetture e cantiere nautico. In un terreno ecco 92 imbarcazioni abbandonate, 62 pneumatici fuori uso e 14 macchine in cui erano presenti, all’interno motori, batterie e liquidi vari


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Vecchie barche, carcasse d’auto e rifiuti pericolosi. A Muravera è stato individuato un terreno sul quale erano stati stoccati materiali qualificabili come rifiuti speciali. L’operazione è della Finanza di Muravera e della sezione aerea di Elmas.

Grazie all’impiego di sofisticati sensori installati a bordo degli elicotteri delle Fiamme Gialle, i militari della hanno mappato una parte del territorio della Provincia di Cagliari ed individuato aree a rischio “inquinamento”. Trasferita l’informazione alla componente territoriale, i Finanzieri hanno proceduto ad un controllo nei confronti delle due società, attive nel settore del commercio e riparazione auto e cantiere nautico, proprietarie di uno dei terreni individuati.

Nel corso dell’operazione i militari del Corpo, a conferma dei sospetti per cui si erano attivati, hanno rinvenuto, all’interno dell’area, stoccati su una superficie di oltre 6 mila mq, ben 92 natanti, un container con all’interno 62 pneumatici fuori uso, 14 autovetture (e carcasse di auto) in cui erano presenti, ancora, all’interno dei motori, batterie e liquidi vari (olio motore, liquido impianto frenante, ecc.).

Le autovetture, i natanti e gli pneumatici nelle condizioni in cui sono stati rinvenuti, sono stati qualificati come “rifiuti speciali – pericolosi e non pericolosi” mentre il terreno non è risultato avere alcun sistema di impermeabilizzazione e di drenaggio dei liquidi inquinanti.

Per tal motivo, l’area e tutti i rifiuti trovati sono stati sottoposti a sequestro penale probatorio per violazione del testo unico ambientale, mentre i responsabili sono stati denunciati a piede libero alla competente autorità giudiziaria.

L’operazione si inquadra in un più ampio quadro di intensificazione delle attività di polizia ambientale disposte dalla Guardia di Finanza di Cagliari a tutela del paesaggio e conferma l’impegno quotidiano delle Fiamme Gialle nel territorio a tutela della legalità sotto ogni veste.

 


In questo articolo: