Barca contro gli scogli in Sardegna, 5 ragazzi salvati dopo ore di paura

I cinque, messi in salvo grazie all’intervento di un elicottero dell’Aeronautica militare, erano già in ipotermia. L’intervento reso difficile dal mare agitato

Nella notte tra il 15 e il 16 Agosto, un elicottero AB 212 dell’80° Centro Combat SAR (Search And Rescue) di Decimomannu, del 15°Stormo dell’Aeronautica Militare, è intervenuto in soccorso di 5 ragazzi romani tra i 20 e i 24 anni bloccati su uno scoglio nelle vicinanze di Porto Cervo. L’elicottero è decollato dalla base aerea di Decimomannu a seguito dell’attivazione da parte del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), raggiungendo la zona dopo circa un’ora e 15 minuti di volo. L’imbarcazione con i ragazzi a bordo ha urtato lo scoglio intorno alle ore 23:00 mentre faceva rientro a Porto Cervo, arenandosi.

 

Le operazioni di salvataggio, avvenute in collaborazione con la Guardia Costiera giunta subito sul posto e rimasta a presidiare i ragazzi fino all’arrivo dell’elicottero, si è reso particolarmente complicato a causa delle condizioni avverse del mare. I ragazzi, già in un primo stadio di ipotermia, sono stati tratti in salvo dall’aerosoccorritore tramite il verricello e trasportati urgentemente all’aeroporto di Olbia. Atterrati intorno alle ore 05:45, i ragazzi hanno ricevuto le prime cure mediche da due ambulanze precedentemente giunte sul posto, e sono stati condotti all’Ospedale di Olbia. L’intervento si è così concluso alle prime ore dell’alba con il rientro dell’elicottero alla base di Decimomannu.


In questo articolo: