“Bar, spettacoli e ristoranti solo per i vaccinati anche in Italia: i tamponi non servono”

Da lunedì a Berlino non sarà più possibile andare al ristorante, al cinema o a vedere una mostra senza essere vaccinati o guariti. Marracini: “Sono d’accordo. I tamponi non garantiscono la copertura agli altri”. Confesercenti: “Solo se dovessero aumentare i contagi. Perché sotto Natale per noi sarebbe un disastro”

A partire da lunedì a Berlino non sarà più possibile andare al ristorante, al cinema o a vedere una mostra senza essere vaccinati o guariti. Per entrare al cinema o al ristorante, ma anche nei centri sportivi come negli impianti termali, non sarà più consentito mostrare soltanto il risultato di un test covid.

La soluzione, qualora i contagi dovessero risalire, potrebbe essere adottata anche in Italia. Gli esperti sono favorevoli. “Il tampone non offre la possibilità di aver garantire copertura per gli altri”, spiega Sergio Marracini, direttore dei Covid Hospital cagliaritani, “perché tu potresti avere un tampone negativo ma essere un portatore, perché magari ti sei contagiato la mattina o il giorno prima, o magari sei un falso negativo. Ora siamo arrivati alla vaccinazioni in modo serio. Fare i tamponi è inutile”.

No invece da parte di bar e ristoranti: “Penso che sia un provvedimento legato alla situazione sanitaria della Germania, naturalmente da noi non è proponibile, a meno che non si modificano i parametri sanitari”, dichiara Marco Medda, presidente di Confesercenti sud Sardegna, “cosa che in questo periodo pre natalizio sarebbe un vero disastro. Quindi il consiglio per tutti e per l’economia e quello di continuare con i vaccini e la prudenza per non finire di nuovo nelle restrizioni”.


In questo articolo: