“Bar e ristoranti in Sardegna, a maggio o ci fate riaprire o riapriremo tutti per non morire”

A Radio CASTEDDU, Marco Medda, Confesercenti: Se a maggio non faranno riaprire, bisognerebbe farlo ugualmente”

Esplode la rabbia dei lavoratori, dopo un anno “Vogliamo riaprire, non possiamo rimanere ancora con i nostri locali chiusi”.
A Radio CASTEDDU, Marco Medda, Confesercenti: “Domani, la nostra, non sarà una manifestazione di piazza perché in questo momento è particolarmente difficile mettere in campo delle persone che sono esasperate. Noi ci rivolgeremo a tutte le istituzioni con mail, telefonate e incontri a livello nazionale per tenere alta l’attenzione, perché siamo molto vicini agli operatori e capiamo che c’è una situazione veramente esplosiva. Tempo fa dissi che noi eravamo molto responsabili ma questa rabbia, esasperazione in piazza diventa molto rischiosa: non siamo d’accordo con questo tipo di manifestazione. Domani chiederemo che le disposizioni dello Stato vengano rispettate, perché i Ristori, per esempio, sono uno scherzo, lo stesso le banche che sono più attene ai loro investimenti.
Ci serve un protocollo per riaprire, è quello che abbiamo sempre chiesto, e non si può arrivare a dire che oggi sono gli autobus quelli che hanno il grosso problema mentre noi abbiamo sempre operato con tutti i protocolli che ci hanno messo in campo. Le aziende sono in grado di aprire in maniera sicura dal punto di vista sanitario, di difendere i nostri clienti da un certo tipo di pericolo. Questo naturalmente perché sono piccole aziende che hanno bisogno di pochi numeri e non è così se se si fanno entrare centinaia di persone al supermercato, perché io posso verificare il tavolino del mio cliente però non posso sanificare tutti i prodotti che vengono toccati al supermercato.
Oggi abbiamo avuto la dimostrazione che, pur avendo all’interno del pullman un distanziamento, le tracce di contagio ci sono quindi perché il ristorante o il bar deve stare chiuso.
Se a maggio non faranno riaprire, bisognerebbe farlo ugualmente”.
Risentite qui l’intervista a Marco Medda del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/398475671320835/
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: