Banca di Cagliari, Clientopoli nelle assunzioni: sì ai figli dei soci

Fa discutere lo strano bando delle nuove assunzioni alla Banca di Cagliari: tra i requisiti richiesti “essere socio della Banca di Cagliari o cliente o figlio di cliente della banca”. Con tanti saluti a chi è disoccupato, magari ha due lauree ma non è figlio di nessuno

Vuoi essere assunto in banca a Cagliari? Non c’è problema, partecipa pure alla selezione del personale. Requisiti richiesti? Essere  socio o figlio di socio o coniuge di socio alla data del 13.01.201 alla Banca di Cagliari. Se sei semplicemente disoccupato, ma non sei figlio di nessuno, difficilmente potrai essere assunto alla Banca di Cagliari, che prende il nome della nostra città. Così evidentemente funziona nel credito cooperativo. Se non sei cliente, o non sei figlio di cliente, è difficile che tui possa avere i requisiti essenziali per un posto di lavoro fisso. Il bando lo potete scaricare a questo indirizzo: http://www.bancadicagliari.it/file/PROROGA_BandoCA_per_sito.pdf. Come funziona? Che la Banca di Cagliari sta cercando personale, ma nel frattempo ha modificato i requisiti. E spuntano stranissime credenziali: “Essere socio della Banca di Cagliari o figlio di socio o coniuge di socio alla data del 13.01.2016”, si legge nel bando. Ma addirittura ecco cosa c’è nei requisiti obbligator?: “Essere residente o figlio di residente o coniuge nei comuni di: Cagliari, Elmas, Assemini, Capoterra, Sestu, Monserrato, Quartu S.Elena, Quartucciu o Selargius, oppure cliente o figlio di cliente o coniuge di cliente della Banca al 13/01/2016”. Con tanti saluti a chi magari ha due lauree, ma non è parente di chi conta alla Banca di Cagliari e resterà senza lavoro. 


In questo articolo: