Auto in fiamme a Selargius, il rogo si propaga in casa: “Salvata dal mio cane”

Il rogo che la notte tra sabato e domenica ha distrutto due auto in via Curtatone, ha anche danneggiato gravemente l’abitazione di fronte. Daniela racconta l’incubo che ha vissuto:” Io dormivo, sono stata salvata dal mio cane che si è accorto dell’incendio. La finestra della camera delle mie figlie, che fortunatamente quella sera non dormivano a casa, è distrutta, sarebbero morte”

“Questi sono i danni che ha provocato il rogo delle macchine in via Curtatone a Selargius. Siamo rimasti senza finestra e tapparella con camera a vista strada. L’incendio ha provocato un grosso danno mettendo a repentaglio la mia vita, e quelle delle mie figlie, se fossero state in casa quella notte” sono le parole di Daniela Sotgia, che abita proprio nell’appartamento di fronte a dove erano parcheggiate una Lancia y e una Mercedes Classe A, che la notte tra sabato e domenica scorsa sono state distrutte dalle fiamme. Non è ancora chiaro se per dolo o se a provocare l’incendio sia stato un corto circuito.

Le fiamme si sono propagate nella parete, distruggendo il portoncino e le finestre della camera dove dormono le  figlie di 15 e 17 anni. Fortunatamente la camera era vuota. Solo per un caso fortuito le ragazze non c’erano. Daniela Sotgia a quell’ora, erano ormai le tre,  dormiva nella sua camera ed è stata svegliata dal suo cane che si è accorto che stava accadendo qualcosa. “Mi  ha aperto la porta della camera e ho visto la stanza delle ragazze illuminata a giorno dalle fiamme, sono subito scappata dal portone del retro”.

L’intervento dei vigili del fuoco ha permesso di domare il rogo che però aveva già danneggiato le auto, la parete del condominio e la camera della sua casa. Che ora  è in agibile. “Il fuoco ha distrutto tutto, devo tenere la camera chiusa fino a quando non riuscirò a riparare il danno, per non parlare dell’odore acre di fumo che impregna la casa. Se le mie figlie fossero state a letto a dormire cosa sarebbe successo? Qui va di mezzo l’incolumità delle persone. Ora le mie figlie hanno paura”.

Solo la settimana scorsa, fa notare la donna, è stata bruciata nella stessa via un’altra auto ma, fortunatamente, in quel caso a parte la vettura non sono stati riportati altri danni.