Atto violento a Quartu, Pisano: “I cittadini chiedono sicurezza”

“L’ennesimo atto delinquenziale a Costa degli Angeli deve far riflettere. Il litorale è sempre più terra di nessuno” dichiara Michele Pisano, già assessore e consigliere comunale

“L’ennesimo atto delinquenziale a Costa degli Angeli deve far riflettere. Il litorale è sempre più terra di nessuno”, è quanto dichiara Michele Pisano, già assessore e consigliere comunale e presidente regionale giovanile di Fratelli d’Italia.
“Le associazioni che tengono vive certe aree del litorale quartese andrebbero tutelate nel miglior modo possibile. Purtroppo, per la terza volta in poche settimane, viene devastato il centro dell’associazione di Costa degli Angeli. Siamo vicini ai residenti e ai responsabili dell’associazione, ma da parte dell’amministrazione comunale è necessario che si tuteli chi si occupa di fare da gruppo intermedio tra il centro quartese e la periferia del litorale”, conclude Pisano.
“L’ennesimo atto incendiario e la devastazione dell’area sono frutto di un altro attacco delinquenziale, in cui è stato anche compiuto un atto oltraggioso contro la statua della Madonna, con la distruzione della teca che la proteggeva”, dichiara Luca Noli.
“L’area è di proprietà del Comune di Quartu, che dovrebbe garantire sicurezza e custodia, ma qui è terra di nessuno. Noi siamo l’unica presenza reale in questa zona di litorale, in cui offriamo attività a residenti e giovani. Ma siamo soli e nessuno supporta il litorale, perché purtroppo per l’amministrazione le priorità sono altre”, conclude Noli.


In questo articolo: