Assemini, si è conclusa la settimana dedicata alla ceramica

In tanti, per le vie del centro abitato, si sono ritrovati con i maestri per celebrare l’arte che ha reso famosa la città.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È giunta al termine la festa diffusa “Buongiorno Ceramica”, una settimana che ha permesso la  scoperta delle antiche  tradizioni e nuove sensibilità riguardo l’arte che, in città, è motivo di cultura, creazione, turismo e conoscenze, messe a disposizione dai numerosi professionisti locali che hanno coinvolto pubblico e cittadini. L’arte è condivisione ed è così che anche i bambini sono stati rapiti nella lavorazione al fine di apprendere qualche tecnica e avvicinarsi al mondo che li lega per tradizione, anche al fine di instaurare il rapporto indissolubile con la materia, capace di attrarre e trasformare pensieri e movenze in manufatti ammirabili. Sei giorni di ceramica, arte, cultura, monumenti e sport alla scoperta di Assemini, insomma, che hanno animato la città anche con l’esposizione delle ceramiche dei maestri artigiani nei locali del vecchio municipio. Centinaia le persone presenti per gli eventi, tra i quali il convegno “La ceramica asseminese, tra presente, passato e futuro”, con proiezione di filmati, e serate danzanti. Ma ciò che più ha catturato l’attenzione sono stati i maestri ceramisti che hanno incontrato la città: laboratori e stands dei ceramisti locali e non, stands espositivi, dimostrazione pratica della lavorazione al tornio con coinvolgimento del pubblico presente. Una iniziativa che ha avuto vita grazie alla sinergia tra il Comune, le varie associazioni coinvolte e, soprattutto, gli artisti che hanno voluto condividere le proprie tecniche, emozioni e conoscenze al fine di tramandare la passione che rende unita la città delle opere d’arte realizzate con la ceramica.


In questo articolo: