Assemini si commuove per Santa Rita da Cascia: migliaia di persone alla festa in onore della reliquia

Migliaia di persone hanno preso parte ai primi festeggiamenti in onore della reliquia di Santa Rita da Cascia ad Assemini. In processione per le vie principali della cittadina, la reliquia e la statua della santa, donata come segno di riconoscenza dalle autorità religiose e civili  di Cascia al Presidente di Prociv Italia Emilio Garau, per l’opera emergenziale svolta durante il terremoto, troverà definitivamente casa nella Parrocchia di San Pietro

Migliaia di persone hanno preso parte ai primi festeggiamenti in onore della reliquia di Santa Rita da Cascia ad Assemini. In processione per le vie principali della cittadina, la reliquia e la statua della santa, donata come segno di riconoscenza dalle autorità religiose e civili  di Cascia al Presidente di Prociv Italia Emilio Garau, per l’opera emergenziale svolta durante il terremoto, troverà definitivamente casa nella Parrocchia di San Pietro. Saranno quattro giorni molto intensi, non solo di culto e di preghiera; sino al 27 infatti sono in programma una serie di eventi ai quali è prevista la partecipazione di fedeli provenienti da tutta la Sardegna. La manifestazione in questione ha come scopo primario quello di poter accogliere la statua di Santa Rita all’interno della chiesa parrocchiale di San Pietro ad Assemini, comune dove ha la sede nazionale la Prociv Italia, in modo tale che la stessa sia messa a disposizione dell’intera comunità e con la possibilità di poter venerare per tre giorni la reliquia di Santa Rita.

Non ultimo scopo, quello di rafforzare il rapporto di amicizia e fratellanza con Cascia. Questa sera presso l’anfiteatro comunale ci sarà lo spettacolo degli Istentales, Maria Luisa Congiu, coro “associazione folkloristica Campidano” di Assemini e coro “Amici del folklore” di Nuoro, interamente dedicato a Santa Rita e alla protezione civile con la consegna delle pergamene ai volontari in segno di riconoscenza per l’opera svolta durante il sisma. Le prossime giornate si svolgeranno a partire dalle ore 7:30 con la santa messa; a seguire la celebrazione comunitaria delle lodi mattutine, la possibilità di venerare la reliquia e la catechesi sulla vita e la  spiritualità di Santa Rita. Dalle 15,30, proiezione del documentario del documentario sulla vita di Santa Rita presso il teatrino parrocchiale di San Pietro e il santo rosario in lingua sarda. Mercoledì 27 alle ore 16:00 si terrà la santa messa per la conclusione dell’evento. Al termine la reliquia sarà presa in consegna dai volontari della Prociv Italia e sarà riportata a Cascia salutata dal suono delle campane. (foto Simone Caschili)


In questo articolo: