Assemini, muoiono in serie i negozi: “Colpa degli affitti troppo alti”

La Confersercenti: “Bisogna abbassare i canoni della locazione dei negozi di Assemino, in altri centri dell’hinterland sono molto più bassi” 


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La Confesercenti rende note le problematiche che assediano i comuni dell’Area Vasta cagliaritana, come quello di Assemini. Qui le serrande degli esercizi pubblici e commerciali continuano ad abbassarsi una dietro l’altra, preda di questa grande e letale epidemia che tutti stiamo vivendo: la crisi economica. Il problema principale è dato comunque dai costi d’affitto troppo elevati, che nella situazione attuale, dichiara Roberto Bolognese, Presidente Provinciale, “non hanno più ragion d’essere”. Un invito informale a riflettere su una realtà sempre più dilagante che mette in ginocchio un alto numero di commercianti.

“Ci ritroviamo ad avere molte strutture chiuse in tutto il comune” aggiunge Marco Medda, dirigente della Conferscenti Provinciale di Cagliari, nonché rappresentante asseminese dell’Associazione. “Gli affitti sono carissimi, nella maggior parte dei comuni vicini invece se ne trova di più bassi e convenienti”. La soluzione adeguata sarebbe quella di prendere seri provvedimenti relativamente alle imposte sugli immobili. “Forse solo così si potrebbe assistere a una rinascita delle imprese che attualmente incontrano solo tanti ostacoli”. Una considerazione saggia e su cui riflettere accuratamente.


In questo articolo: