Assemini, chiama il call center per cambiare gestore telefonico: “Ma vada a pascolare le pecore”

Il racconto di Fabrizio Musa, 51enne di Assemini: “Mi hanno detto che non potevo disdire l’offerta per i prossimi quattro anni, ho detto che non ero d’accordo e la risposta del ragazzo al call center è stata un’offesa a tutto il popolo sardo. Farò denuncia all’Unione dei consumatori”. LEGGETE questa assurda storia

“Vada a pascolare le pecore”. A dirlo, stando al racconto dell’asseminese Fabrizio Musa, 51 anni, sarebbe stato un operatore di una compagnia telefonica. “Ieri sera ho chiamato il call center perché volevo sapere come fare per cambiare gestore, faccio sempre così, a seconda delle offerte. Mi è stato detto che era impossibile e che, via email, mi avevano spedito il contratto con il quale accettavo tutta una serie di clausole”, racconta Musa. A quel punto, avrebbe obiettato: “Nella mia casella email non mi è mai arrivato nulla”, chiedendo ancora una volta di voler cambiare gestore.

“A quel punto l’operatore si è messo a ridere e mi ha detto di andare a pascolare le pecore. Gli ho chiesto se stesse scherzando, lui mi ha risposto che le mie richieste lo facevano ridere e mi ha sbattuto il telefono in faccia. Stamattina mi ha chiamato un responsabile della compagnia telefonica, dicendomi che quanto accaduto era inammissibile e proponendomi uno sconto”, racconta ancora Musa. Non si sa se accetterà la proposta, ma intanto “andrò all’Unione dei consumatori per presentare una dettagliata denuncia del fatto”.



In questo articolo: