Assemini, assemblea verita sulla centrale biomasse che fa discutere

Appuntamento giovedì


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Giovedì 28 si avvicina, e con esso anche l’assemblea pubblica che si terrà ad Assemini, nella sala consiliare in Piazza Repubblica, alle 17,30. Il tema sono le problematiche legate alla realizzazione dell’impianto di produzione a Biomasse, ad opera della società Power Crop Srl. Impianto che, pur sfruttando scarti agricoli e vegetali, pare comportare comunque dei problemi legati alla tutela della salute e dell’ambiente, tramite il rilascio di sostanze nocive capaci di apportare cancri, tumori e patologie cardiovascolari a chi vive nei pressi di questi centrali ad energia rinnovabile. Ad Assemini ci si dice pro, a Capoterra, sia politici che cittadinanza, contro e senza “se” e “ma”. L’impianto -in fase di realizzazione-, sorgerà, una volta ultimato, ai limiti del territorio asseminese, troppo vicino quindi agli agglomerati urbani del centro e del litorale di Capoterra. Da qui la protesta, sempre più decisa ad affermare la propria volontà, da parte dei cittadini capoterresi: prima il dissenso, poi una petizione che ha raccolto numerose firme, un consiglio comunale straordinario dove loro, i cittadini, hanno potuto dire la loro, esternando la propria preoccupazione per un progetto che, per quanto “verde”, sembra capace di arrecare ulteriori danni ad un territorio già martoriato da industrie e fabbriconi, stretto com’è fra due grandi poli industriali, quello di Macchiareddu e la Saras. E adesso eccoci qui: all’assemblea pubblica di giovedì parteciperanno i tecnici della Power Crop e degli enti coinvolti. E, manco a dirlo, un gran numero di cittadini capoterresi adirati. 

 
Lorenzo Scano


In questo articolo: