Asse mediano, ciclisti anti rotatoria: “Chiamiamo la Corte dei Conti”

Durissimo documento di Città Ciclabile contro la nuova rotatoria sull’asse mediano: “Il Comune ha fatto partire l’appalto, siamo pronti a denunciare tutto a Corte dei Conti e Comunità Europea”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Duro attacco dei ciclisti contro il progetto della rotatoria nell’Asse mediano. L’associazione “Città Ciclabile” scrive una lettera indirizzata a Regione e Provincia per chiedere una modifica al progetto, e annuncia di rivolgersi alla Corte dei Conti e alla Comunità europea qualora dovesse essere necessario. 

“Si segnala che il Comune di Cagliari non ha dato nessuna risposta alle nostre osservazioni – si legge nella lettera – ed ha anzi proceduto in data 10/12/2013 all’appalto dei lavori, che come noto dedicano 731 mila euro per i rivestimenti dal costo eccessivo dell’asfalto in Rasocrete, e 210 euro per la rotatoria automobilistica”. E poi si prosegue con una serie di chiarimenti. “Si richiede, se l’Autorità di Gestione dei fondi Comunitari ritenga ammissibili tali spese che elevano il costo chilometrico del percorso ciclabile e pregiudicano l’obiettivo di un’effettiva sicurezza della mobilità ciclistica, non permettendone lo sviluppo di una reale rete ciclabile cittadina”. 

La richiesta è quindi un intervento per fermare la procedura d’appalto del Comune di Cagliari e fare modificare il progetto, negli aspetti non conformi alle direttive. “Qualora il vostro intervento risultasse vano – aggiungono i ciclisti – la nostra associazione si rivolgerà alla Corte dei Conti e alla Comunità Europea”.


In questo articolo: