Arzachena, inizia il viaggio nei miti e nella storia

Dal Neolitico al futuro del turismo della Costa Smeralda

Inizia domani, martedì 20 maggio, il “Viaggio nei miti e nella storia. Dal neolitico, agli stazzi, al futuro che immaginiamo”, l’evento che fino a domenica 25 maggio porterà il Comune di Arzachena attraverso 6000 anni di storia fino ai giorni nostri e all’apertura verso i nuovi mercati che in futuro faranno la differenza nel comparto del turismo internazionale. Il progetto è curato dall’assessorato al Turismo diretto dal vicesindaco Maria Rita Giagoni ed è realizzato con il patrocino della Regione Sardegna e della Provincia Olbia Tempio.

Il programma è articolato e prevede una parte dedicata a convegni e workshop, ospitati all’auditorium comunale, allo stazzo di Lu Branu e nella sala convegni dell’hotel Relais Villa del Golfo, e un’altra dedicata a visite guidate e laboratori sperimentali nei siti archeologici e negli stazzi. Qui il pubblico potrà toccare con mano come si svolgeva la vita al tempo degli uomini del Neolitico o come veniva scandito il tempo nel microcosmo delle tipiche case di campagna galluresi.

Saranno presenti diciotto ospiti tra cui tour operator, giornalisti e due inviati della più antica agenzia di stampa della Repubblica Popolare Cinese, Xinhua. Per loro, parallelamente agli eventi dedicati al grande pubblico, è stato predisposto un programma di visite guidate in circa venti strutture alberghiere che, tra Porto Cervo, il Pevero, Baia Sardinia, Cannigione, Poltu Quatu, hanno aderito all’iniziativa. Il tour porterà gli esperti di turismo a scoprire molti degli angoli più suggestivi del territorio e a visitare personaggi particolari che possano raccontare “il buon vivere” di Arzachena.

Al fine di assicurare la più ampia partecipazione all’evento degli operatori galluresi, sono state coinvolte nel programma di diffusione tutti e 26 i Comuni della provincia. <Ringrazio fin da ora i colleghi dei Comuni vicini – dice Maria Giagoni – per avere veicolato l’iniziativa alle aziende dei loro territori e aver assicurato la massima collaborazione per un loro massiccio coinvolgimento>.

CONVEGNI. Martedì 20 alle 9.30 si terrà il convegno “Turismo e archeologia”, mercoledì 21 quello dal titolo “Turismo e stazzi di Gallura”, mentre venerdì 23 maggio si parlerà di “Turismo e nuovi mercati, prospettive e strumenti per affrontare con successo il mercato turistico cinese”.

LABORATORI. I siti archeologici di Li Muri, Coddu Ecchju e Albucciu, ma anche lo stazzo di Lu Branu saranno teatro dei laboratori di archeologia sperimentale e di attività didattiche. La fusione del bronzo alla maniera nuragica, la tintura delle lane con erbe della flora locale, i metodi di impasto delle prime ceramiche, la lavorazione del sughero e del formaggio saranno tra i più scenografici appuntamenti. I laboratori si terranno dalle 15 alle 19 nelle giornate di martedì 20, mercoledì 21, sabato 24 e domenica 25 maggio.

LETTURE ANIMATE: Sabato 24 maggio, dalle 17 alle 19, alla Necropoli di Li Muri racconteremo “La Storia di Pitr, un’avventura neolitica nel villaggio di Li Muri”, accompagnata dal suono delle launeddas.

WORKSHOP. Pensare a nuove nicchie di mercato è d’obbligo per un imprenditore attento alle tendenze di settore. Per sostenere gli imprenditori in questo difficile compito, venerdì 23 maggio, alle 14.30 nella sala conferenze dell’hotel relais Villa del golfo a Cannigione, si terranno gli incontri tra i più influenti tour operator impegnati nell’accoglienza dei flussi cinesi in Italia e le aziende del territorio, preventivamente iscritte all’evento mediante il mini sito dedicato all’evento http://www.arzachenatourism.com

ARCHEO BUS
Per raggiungere i siti di Li Muri e Coddu Ecchju e lo stazzo di Lu Branu, nelle giornate di martedì 20 e mercoledì 21 maggio passerà per piazza Risorgimento l’Archeo bus, la navetta gratuita che ogni 20-25 minuti collegherà il centro del paese ai siti.


In questo articolo: