Area verso il commissariamento, ok della Giunta per sciogliere il Cda

Via libera della Regione anche allo stanziamento di circa 176 mila euro per potenziare i servizi fitosanitari nella lotta alle emergenze

La Giunta regionale ha approvato oggi una delibera  ha avviato che permette di avviare il procedimento di scioglimento anticipato del Cda di Area, l’azienda regionale per l’edilizia abitativa. Il testo, presentato dall’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Maninchedda, individua inadempimenti e criticità all’origine del provvedimento. Per le eventuali controdeduzioni sono previsti dieci giorni di tempo.

Due le delibere portate al tavolo dall’assessore dell’Agricoltura Elisabetta Falchi. La prima ha riguardato il Consorzio di Bonifica del Basso Sulcis, che è stato autorizzato all’assegnazione temporanea ai Comuni di 13 unità lavorative, e la seconda  il programma relativo a spese per il potenziamento dei Servizi Fitosanitari Regionali. Si tratta di un importo di circa 176 mila euro per far fronte alle varie emergenze fitosanitarie: circa 111 mila euro sono destinati all’implementazione dei procedimenti del Servizio Fitosanitario sul Sistema Informativo Agricolo Regionale, e 65 mila euro sono assegnati all’Agenzia Agris per il personale con competenze specialistiche diagnostiche dedicato all’attività del laboratorio.

Dall’assessore dell’Urbanistica ed Enti Locali Cristiano Erriu sono arrivati gli indirizzi per la predisposizione del Disegno di legge in materia di governo del territorio, approvati dalla giunta.  Secondo le indicazioni della delibera, “nel quadro normativo che si andrà a delineare dovrà assumere un ruolo fondamentale la parte dedicata alla pianificazione paesaggistica, in armonia alla convenzione europea del paesaggio, alle previsioni costituzionali e statutarie, alle disposizioni normative nazionali e regionali nonché, sul piano più strettamente politico, alle strategie tratteggiate nel programma di governo che considera il Paesaggio bene comune su cui si basa l’identità della Sardegna, indicando le finalità che si intendono conseguire nell’azione di governo, ovvero quelle di tutela, promozione e valorizzazione in un quadro di certezze per i cittadini e per gli amministratori locali”.

Atto di indirizzo anche da parte dell’assessore dell’Industria Maria Grazia Piras, su tema Igea: attraverso la delibera approvata si dà mandato all’approvazione del bilancio in assemblea e si prevede, in prospettiva, una convenzione triennale che semplifica il rapporto tra la Regione e Igea.

Approvata anche la proposta dell’assessore della Sanità Luigi Arru che recepisce l’Accordo tra Governo, Regioni e Province Autonome sulle Linee guida per l’adozione dei piani di controllo e certificazione nei confronti della paratubercolosi bovina, malattia infettiva e trasmissibile in grado di provocare danni ingenti agli allevamenti. Con una modifica al cronoprogramma, è stato inoltre definito il percorso che consentirà la certificabilità dei bilanci delle ASL secondo quanto disposto dal DM 1 marzo 2012.


In questo articolo: