Ansia per Gavinuccio Canu, il cantante sparito da Sassari da 8 giorni: “Aveva un’infezione alla lingua”

L’artista 55enne sparito nel nulla, la sorella a “Chi l’ha visto?”: “Il medico gli aveva detto di fare degli accertamenti”. E gli amici, su Facebook, organizzano squadre di ricerca e sperano di poter utilizzare i droni

Gavinuccio Canu è, da otto giorni, un fantasma. Il cantante 55enne è sparito da Sassari da martedì otto febbraio, lasciando il cellulare in casa. I suoi tanti amici hanno subito fatto scattare l’allarme, insieme al padre e alla sorella dell’artista. E del caso se n’è occupata anche la trasmissione di Rai 3 “Chi l’ha visto?”. Una scomparsa inspiegabile per tutti, quella di Canu. La sorella Isabella conferma le parole di un’amica di Gavinuccio: “Aveva un’infezione alla lingua, non riusciva a mangiare e a cantare”. Si era rivolto ad un medico, che l’aveva invitato “a fare degli accertamenti. Non sappiamo dove sia, se magari si sia preso una pausa di riflessione”, spiega la sorella. Le ricerche stanno andando avanti ogni giorno: Canu è un musicista molto apprezzato, ha formato tante band musicali negli ultimi decenni.

 

 

E proprio i suoi amici, qualche ora, su Facebook, hanno deciso di organizzare delle ricerche di gruppo, sperando di poter utilizzare anche dei droni. “Siamo alla disperata ricerca di Gavinuccio Canu, abbiamo bisogno di dieci possessori di droni volenterosi disposti a partecipare alle ricerche. Chi vorrà darci una mano dovrà portare il proprio drone, una scorta di batterie e, se possibile, un computer su cui scaricare immediatamente il girato. Ormai è diventato estremamente urgente controllare vaste aree di territorio per concentrare le ricerche a terra in aree specifiche che il drone non è in grado di scansionare. Siamo estremamente preoccupati per quello che può essere accaduto al nostro amico. Dieci droni in volo in parallelo potrebbero fare la differenza. Per favore, aiutateci”, questo l’appello lanciato da Alessandro Muroni.