Anni di minacce e botte ai figli e alla moglie, 59enne di Sant’Anna Arresi in manette

Colpi, angherie e minacce contro i due figli e la moglie. Fine dell’incubo per una famiglia sarda, per l’uomo è scattato il “codice” rosso ed è finito dietro le sbarre

Per anni ha maltrattato la moglie e i figli, entrambi maggiorenni. Un 59enne di Sant’Anna Arresi, M. I., ha proseguito la spirale di violenza anche dopo aver ricevuto il divieto, da parte dei carabinieri di Giba, di avvicinarsi alla casa nella quale vivevano i suoi familiari. Anzi: nella notte tra sabato e domenica i due ragazzi hanno chiamato il 112 per denunciare quel padre violento che li aveva minacciati con dei coltelli. I militari, al loro arrivo, hanno trovato i due fuori dalla casa, in lacrime, mentre l’uomo era buttato sopra un letto, completamente ubriaco. Vicino a lui, i carabinieri hanno trovato due coltelli e, in tasca, anche una pattadese. La moglie nel frattempo diventata ex, ha raccontato tutti gli anni di angherie e violenza subìte da parte del 59enne.

 

Vista la gravità della situazione, è stato deciso di applicare nei confronti di I. M. il “codice rosso”: il gip del tribunale di Cagliari ha convalidato l’arresto, e l’uomo è stato rinchiuso in carcere.


In questo articolo: