Anna Rita, 67enne di Cagliari: “Uomo e donna? Non esistono solo due ruoli”

Professoressa in pensione, divorziata perché “ho capito che il matrimonio non fa per me, prevede ruoli prestabiliti che tolgono la libertà. Il sessismo pervade la società e la divide come per un obbligo non giusto”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Di Paolo Rapeanu

Il femminismo non ha età: giovani o adulte, le donne del “Non una di meno” hanno voglia di raccontarsi e di dire la loro. Come Anna Rita Oppo: sessantasette anni, pensionata, una vita trascorsa a trasmettere cultura a intere generazioni grazie al lavoro di professoressa. “Sono femminista da sempre, credo nella forza che hanno le donne di modificare la società. Il sessismo è ovunque, c’è una divisione obbligata tra uomo e donna, cioè tra due ruoli, non ne sono previsti altri nonostante ce ne siano”.
“La donna passiva e l’uomo attivo, la donna debole e l’uomo forte, tutti ruoli sbagliati”, afferma la professoressa in pensione, “ho un figlio e una nipotina, sono stata sposata ma poi ho capito di non avere la vocazione per il matrimonio, perché prevede ruoli prestabiliti ai quali ci si deve attenere, ma io non sono portata. Sono una donna che cerca innanzitutto la sua libertà”.


In questo articolo: