Angelo Pittaluga: “Nuovo porto e Puc, così rilanceremo davvero Pula”

Angelo Pittaluga con “Prima Pula” è il primo a parlare dei comizi della notte pulese. Punta sul Puc e sul porto, progetti che intende difendere a denti stretti

Angelo Pittaluga con “Prima Pula” è il primo a parlare dei comizi della notte pulese. Punta sul Puc e sul porto, progetti che intende difendere a denti stretti. Il candidato sindaco può contare sull’appoggio del gruppo fedele all’ex sindaco Walter Cabasino e degli ex Libertas, compreso il segretario cittadino del Pd Emanuele Olla. Pittaluga parla nervoso sul palco, legge il programma, stringe tra le mani una pallina di gomma piuma per quasi un’ora, ma presenta progetti concreti per il futuro di Pula. “In tanti non mi conoscono ancora a Pula ma mi conosceranno da lunedì- promette- in campo sociale, culturale, turistico, religioso e sanitario segneremo la svolta”. Ma è su Is Molas che i accende la vera sfida con Carla Medau: “Ha ritenuto che la liscina coperta non era utiule ma ha ritenuto che srevivano i soldi, ha ritenuto monetizzare- attacca Pittaluga- le scelte vanno fatte invece con coscienza guardando in faccia i cittadini e non per l’interesse spudorato dell’imprenditore.perchè riconvenzionare I s Molas per poi rateizzare quello che çula arebbe dovuto avere subito? Perchè i cittadini pulesi ora coi muti devono pagare gli interessi di un privato? Questo non dovrà più succedere”. Promette la valorizzazione della lottizzazione di Su Pranju ancora in ostaggio delle buche e nuovi rifugio per gli animali, scaldando la platea animalista di piazza del Popolo. 

Pittaluga ha poi attaccato la Medau anche sul nuovo centro commerciale: “Le delibere del consiglio comunale parlano chiaro, in quell’area era prevista solo un’attività artigianale e invece è evidente che lei ha voluto il centro commerciale”. Poi il turismo, tema caro all’ex assessore Angelo Tolu candidato con lui. E l’attacco finale: “Il mio è un messaggio di forza e coraggio, cari cittadini vi dovete fidare di me e della mia squadra- dice Pittaluga- per fare questo percorso ho fatto dei sacrifici, delle scelte che mi porteranno via il tempo libero e ridimensioneranno il mio lavoro. Se sarò il vostro sindaco avrete la fortuna di conoscermi per come vi posso ascoltare e come vi posso aiutare. Non mi tirerò indietro, quando ne avrete bisogno ci sarò, la porta del Comune sarà sempre aperta”. 


In questo articolo: