Anfore e ancore antiche trovate in un negozio, indagati per ricettazione 3 uomini di Lanusei

Tra i reperti, del valore di 25mila euro, anche un pezzo unico, un’anfora etrusca. La scoperta dei carabinieri, nei guai un gruppo di giovani.

Anfore antiche dentro un negozio, pezzi di storia nelle mani di un gruppo di persone di Lanusei che sono state denunciate alla procura e indagate per ricettazione di beni culturali ed impossessamento illecito. A fare la scoperta, a Tortolì, sono stati i carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Cagliari, impegnati in tutto il Nuorese per controlli in merito al patrimonio archeologico illecitamente sottratto. Le anfore, 4, e i ceppi d’ancora, due, sono databili tra il quinto e il settimo secolo avanti Cristo.
Sono subito scattati gli accertamenti del caso ed è stata interessata anche la locale soprintendenza che ha ritenuto i beni di notevole interesse storico scientifico: l’anfora etrusca rappresenta un esemplare unico nel panorama archeologico isolano, e ha stimato il valore economico intorno ai 25mila euro. 


In questo articolo: