Ancora sigilli nei parchi giochi di Cagliari e hinterland: “I bambini i veri sacrificati della pandemia”

L’sos di Igor Caddeo: “Perchè tenere ancora chiusi i giochi per i più piccoli?”

Oramai è passato un mese dalle riaperture dei parchi e non solo, dopo il periodo covid-19. Sono giorni che decine di famiglie mi contattano (perché son sempre stato in prima linea nel popolare) per capire perché ancora nei parchi e spazi aperti con giochi per bambini, siano ancora sigillati!! Io sono papà di due maschietti e come tutti i bimbi, hanno preso al meglio il caso del coronavirus rispetto all’uomo. Più di due mesi in casa, dimenticando la libertà.. la scuola…gli amici…lo sport…tuttora s’impegnano a studiare on line. Sono i veri sacrificati e vincitori di questa epidemia! Le decine di famiglie sono arrabbiate perché nei parchi ci sono ancora sigilli nei giochi. È un controsenso: non si è avuto l’ ok per un passaporto sanitario, quindi nella nostra città, nella nostra isola, arriveranno forse più di due milioni di visitatori che potrebbero far finire il ‘free covid’ (purtroppo) e non ci calcolano per far giocare finalmente i nostri bimbi nelle aree attrezzate con giochi !! Siamo famiglie non ricche…con case piccole..senza giardino o altro. Manca la sensibilità. Tutti i parchi di Cagliari con giochi e dell’hinterland sono cosi..

Igor Caddeo


In questo articolo: